In uno dei precedenti appuntamenti di questa rubrica abbiamo parlato di come accompagnare i bambini nella crescita. Oggi parliamo di quanto i figli crescano in fretta e di cosa questo comporti per un genitore.
Una delle cose che più mi ha colpito nel diventare madre è vedere la velocità supersonica con cui i figli crescono.

E non parlo solo di altezza, circonferenza della scatola cranica, peso, intendo anche come crescono velocemente le loro capacità, abilità motorie, cognitive e relazionali.

La parte meno affascinante di questo processo è che ad ognuno di questi passi avanti corrisponde la necessità di un cambiamento, o adattamento, nell'approccio con loro. Penso ad esempio all'addormentamento nei 30 mesi di vita di mia figlia: credo di aver cambiato almeno una decina di modalità di approccio perché un bel giorno quello che aveva funzionato il giorno prima non funziona più.
Tuo figlio sta cambiando? Vuol dire che devi cambiare anche tu
E proprio per questo per noi genitori è necessario prendere a braccetto la flessibilità e rimanere aperti ed evitare come la peste di incaponirci in qualcosa che pensiamo essere giusto, o a volte più comodo, per noi. E se non riusciamo a farlo è bene imparare come fare e chiedere aiuto, se necessario, per restare al passo dato che i figli crescono in fretta.

Specialmente nei primi 3 anni di vita è difficile capire quali siano i loro pensieri, quali difficoltà stiano affrontando e quali emozioni vivano perché a dirla tutta i bimbi sono pura emozione. La sfera razionale si sviluppa verso i 5-6 anni, nulla di ciò che fanno o non fanno ha a che fare . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.