A inizio Ottocento l’uscita del saggio “La teoria dei colori” di Goethe gettò le fondamenta per la scienza della colorimetria. Oggi quella stessa teoria viene applicata nella moda e nel make-up, diventando una traccia utile da seguire per valorizzarsi al meglio e essere più felici. Come funziona l’armocromia, con le sue stagioni? Ecco un piccolo manuale d’uso per uscire dal grigiore e prepararci ad affrontare l’estate.

Il potere dell’armocromia

Prima di tutto: cosa è l’armocromia? La disciplina nasce negli anni Ottanta negli Stati Uniti. È stata ideata dalla consulente di immagine americana Carole Jackson, in seguito alla pubblicazione del suo libro Color Me Beautiful. L’armocromia consiste nello studio dei colori della persona, con l’obiettivo di mettere in risalto l’unicità estetica di ognuno. Il focus si basa su pelle, occhi e capelli – nell’ottica di trovare le combinazioni di colore che meglio esaltino il nostro incarnato. Il tema dell’analisi del colore è diventato molto chiacchierato con l’avvento dei social media incentrati sulla comunicazione visuale (Instagram, TikTok, Youtube, Pinterest) e piace un po’ a tutti – politici e celebrità indiscriminatamente. L’armocromia aiuta uomini e donne a sentirsi più forti e sicuri di séIn Italia la consulente più seguita è Rossella Migliaccio, esperta d’immagine con quasi mezzo milione di follower su Instagram. Autrice e imprenditrice, ha fondato il primo istituto italiano di consulenza d’immagine, l’Italian Image Institute.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Le basi per procedere con l’analisi

La cosiddetta “analisi del colore personale” ruota attorno a quattro pilastri. Il primo è il sottotono, che può essere caldo o freddo ed è il fondamento su cui costruire il resto dell’analisi. Indica infatti la temperatura della pelle: un sottotono con toni di blu è “freddo”, viceversa un sottotono caldo o dorato è percepito come “caldo”. Importante è osservare il grado di contrasto tra tono dell’epidermide e capelli in primis e in secondo luogo con gli occhi. Questo elemento di contrasto si può vedere facilmente se ci si scatta una foto in bianco e nero.

Rimangono poi il valore (cioè l’elemento dominante tra chiaro o scuro) e l’intensità, che va a determinare la brillantezza (o l’assenza di questa) dei colori. Una volta stimate queste informazioni preliminari (da soli oppure tramite consulenza) si può procedere con l’identificare la relativa “stagione” di appartenenza. L’analisi stagionale cerca di collocare la colorazione individuale in quattro principali gruppi tonali – che si articolano in primavera, estate, autunno e inverno.

Con l'analisi delle stagioni dell'armocromia si mette in risalto l'unicità estetica di ognuno

Con l’analisi delle stagioni dell’armocromia si mette in risalto l’unicità estetica di ognuno

Le stagioni dell’armocromia

Le stagioni si dividono in fredde e calde. Quelle fredde sono inverno e estate:

  • il soggetto inverno ha sottotono freddo, alto contrasto e brillantezza, presentando un valore scuro;
  • l’estate è ugualmente fredda, con un basso contrasto e brillantezza – mostrando un valore chiaro.

Le due stagioni calde sono l’autunno e la primavera:

  • il primo presenta un valore scuro ma bassa intensità per contrasto e brillantezza dei colori;
  • la primavera esprime un valore chiaro associato ad alta brillantezza e contrasto basso.

Per comprendere meglio le unicità tonali di ogni gruppo si può trarre ispirazione letteralmente dalla natura. Per esempio, la primavera si presenta come calda e luminosa, l’estate tenue e fresca, l’autunno caldo e terroso e l’inverno scuro con qualche tono vibrante di colore.

La scelta dei colori per aumentare la credibilità

L’armocromia può essere davvero uno strumento interessante nel nostro arsenale stilistico, aiutando ad identificare cosa può concretamente esaltare e valorizzare le nostre peculiarità individuali. Non solo: molti sono i politici che si avvalgono di un consulente di immagine esperto in armocromia, per poter avere più attenzione da parte della popolazione. La scelta dei colori è quindi un mezzo per aumentare la propria credibilità e determinazione, mettere in risalto alcuni punti del nostro corpo e nascondere gli inestetismi, mascherandoli con i giusti contrasti.

Condividi su:
Avatar photo

Virginia Allegra Donnini

Con un background di studi ed esperienze lavorative a cavallo tra economia, marketing e moda scrivo di tendenze, pop culture, lifestyle. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici