Microsoft apre la caccia all'hacker

By 11 Novembre 2003 Innovazione

Prendendo un’iniziativa che non conosce precedenti nella storia dell’informatica, Microsoft ha deciso di offrire due taglie per complessivi 500 mila dollari a chi fornirà informazioni utili per la cattura dei creatori dei virus Blaster e Sobig. L’annuncio ufficiale è stato dato nel corso di una conferenza stampa. È il primo atto di un progetto che Microsoft ha battezzato Anti-Virus Reward Program: “Stanzieremo 5 milioni di dollari”, ha dichiarato la società di Bill Gates, “per aiutare le forze dell’ordine ad identificare chi rilascia worm, virus e altri codici di questo tipo su Internet”.
Il progetto di Microsoft ha l’avallo dell’Fbi e dell’Interpol, ma le taglie, da 250 mila dollari ciascuna, saranno coperte esclusivamente dalla società di Redmond. Negli Stati Uniti, non è insolito che un’azienda privata ponga taglie sulla testa di chi l’ha danneggiata, ma è la prima volta che ciò accade nell’industria dei computer e per causa di un virus. Si apre dunque uno scenario del tutto inedito, ed estremamente interessante: se gli autori dei due virus riusciranno a restare nell’ombra, lo smacco per Microsoft sarà grande. Ma 500 mila dollari iniziali, e 5 milioni complessivi, sono tanti: c’è da giurare che la prospettiva di arricchirsi metterà a dura prova la presunta solidarietà hacker. Anche gente che fino ad oggi aveva i mezzi ma non le motivazioni si porrà sulle tracce dei creatori dei due virus. La caccia è aperta. […]

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.