Tecnologia HD in quasi tutte le case

di 29 Gennaio 2008Innovazione

High. Sempre più alto. Sempre più definito. In una parola sempre più High Definition (la sigla internazionale che indica l’Alta Definizione), un formato che sta conoscendo un fulgore senza precedenti. Calato da tempo in tutte le realtà tecnologiche ma raramente sfruttata a pieno, l’HD rappresenta il nuovo banco di prova nell’avanguardia hi-tech. Per cercare di conquistare la totale fiducia di utenti ancora poco addentrati, quasi tutti i produttori stanno investendo fortemente nel settore. Ecco, quindi, che piovono novità al riguardo: dal wireless (vedi box) alla tv al laser passando per video e fotocamere, dispositivi di memoria e lettori multimediali, l’HD è dappertutto.
Da sempre campo fertile, la macchinetta fotografica digitale è lo strumento che più di ogni altro riesce a rendere la potenza del formato. In anticipo sulla concorrenza Kodak ha calato gli assi della linea EasyShare (la V1273, la M1033 e la Z1085, tutte incluse fra i 200 e i 300 euro), realizzati tenendo fede ai principi base di facilità d’uso e multifunzionalità; tutte predisposte per realizzare immagini e video in HD, queste fotocamere consentono di ammirare agevolmente gli scatti immortalati (su televisori rigorosamente HD) fornendo una visione principesca. Molto di più promette la Tv ad Alta Definizione Laser lanciata a breve da Mitsubishi, che ha lasciato a bocca aperta gli addetti ai lavori con un’anteprima sviluppata su uno schermo da 65 pollici; tecnologia unica per la presenza di tre fonti di luce che regalano una luminosità del video senza pari e per la possibilità per l’occhio umano di percepire il 90% dei colori (con Lcd e plasma si raggiunge il 40%), dalla prossima primavera l’HDTV arriverà a rivoluzionare le nostre visioni. Dalle percezioni alle prestazioni, invece, molto alte sono quelle garantite dagli Ssd, nuovo tipo hard disk basati su memoria flash, che rischiano di pensionare i vecchi dischi fissi: velocità di trasferimento (nel test di presentazione il portatile con Ssd ha impiegato la metà del tempo rispetto a quello equipaggiato con disco rigido classico per aprire lo stesso sistema operativo) silenziosità e consumi ridotti (quindi maggior durata della batteria) sono i punti forti dal quale nasceranno computer portatili leggeri e ultrasottili. Dopo aver aperto la strada lo scorso anno, Toshiba si appresta al lancio su larga scala di modelli da 32, 64 e 128GB (anche il prezzo è “high”) mentre non ha eguali quello da 832GB presentato nei giorni scorsi da BitMicro.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.