Code: previsioni con 30' di anticipo

di 29 Giugno 2010Ottobre 23rd, 2020Innovazione

Le code potrebbero essere presto un lontano ricordo grazie ad un progetto messo a punto da Emiliano Cristiani, ricercatore del CEMSAC dell’Università degli Studi di Salerno e dell’IAC-CNR di Roma. Ha parlarne è stato proprio Cristiani, nell’ambito del Convegno sulla Matematica per l’industria, la cui edizione 2010, a cura della Società italiana di matematica applicata (Simai), si è recentemente tenuta a Cagliari. Il suo progetto, realizzato in collaborazione con l’azienda Optotelematics, darà la possibilità a tutti gli automobilisti di conoscere l’andamento del traffico con un anticipo di circa 30 minuti. Il tutto grazie a un sensore che, installato direttamente sulle vetture, trasmetterà in tempo reale migliaia di informazioni come, per esempio, la velocità, la posizione dell’automobile o il tempo di frenata,  ad una centralina in grado di rielaborare il dato e restituirlo agli automobilisti, magari attraverso il loro navigatore satellitare.

Il sistema di Cristiani è stato testato in uno dei luoghi più significativi dal punto di vista della densità del traffico: il Grande Raccordo Anulare di Roma. Fondamentale per giungere a questi risultati è stata la creazione, per la prima volta, di un modello su cui parametrare l’intensità del traffico e il posizionamento di sensori mobili direttamente a bordo delle vetture, e non ai margini della strada, come avviene per altri sistemi di rilevamento degli ingorghi.

La Società italiana di matematica applicata (Simai), nata nel 1989, si pone come fine quello di rendere l’astrazione della matematica tangibile sul piano reale: non solo logaritmi e numeri lontani dalla realtà, ma studi che rendono migliore la vita di ogni giorno, anche a partire dai piccoli problemi quotidiani di ognuno di noi.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.