Jaguar pronta a lanciare la nuova tecnologia eye-tracking

di 5 Maggio 2015Luglio 22nd, 2015Innovazione

Che la tecnologia al volante non conosca limiti di espansione lo si è capito già da tempo. Le case automobilistiche fanno a gara per sperimentare nuovi sistemi che garantiscano la massima sicurezza agli automobilisti, ma quello che stiamo per presentarvi va al di là di ogni immaginazione. Non siamo sul set di un film di fantascienza né di fronte ad un videogioco di ultima generazione, anche se ciò di cui parleremo potrebbe prestarsi benissimo ad entrambe le cose.

Immaginate di poter controllare alcune funzioni presenti sulla vostra vettura semplicemente con lo sguardo. Come? Grazie al Driver Monitor System sviluppato da Jaguar, una sofisticatissima tecnologia basata sul cosiddetto ‘Eye-Tracking’ ovvero una tecnica in grado di registrare la dilatazione e la contrazione delle pupille. Sì, perché l’occhio umano compie dei movimenti impercettibili nell’ordine dei decimi di secondo, denominati ‘saccade’. L’Eye Tracking nasce inizialmente per scopi clinici, ma la sua applicazione sta per far breccia anche in altri campi, come ad esempio quello delle automobili.

Il motivo dell’adozione di questa meraviglia tecnologica da parte della casa inglese risiede nel fatto che ogni automobilista si ritrova un’enormità di comandi al volante, i quali possono creare confusione mentre si è al volante con conseguenze poco felici. Perciò sperimentare un sistema che consenta di interagire con la vettura senza doversi distrarre potrebbe essere la soluzione definitiva ad un certo tipo di complicanze.

Il dispositivo verrà installato sulla nuova Land Rover e sulla F-Pace, il SUV che la Jaguar si appresta a lanciare a partire dal prossimo anno. Ma proviamo a fare un esempio pratico. Mentre ci si trova alla guida si ha bisogno di azionare il tergicristallo: basterà uno sguardo allo specchietto retrovisore e questo magicamente entrerà in funzione. Ovviamente si tratta di una semplice ipotesi, l’unica cosa certa è che la casa britannica sta studiando diverse possibili funzioni, una delle quali riguarda la possibilità di prevenire i colpi di sonno.

Monitorando i movimenti dell’occhio infatti sarà possibile riconoscere i sintomi di uno stato psico-fisico poco adatto alla guida, in modo da avvertire per tempo l’automobilista ed evitare di correre inutili rischi. Il tutto potrà avvenire nonostante si indossi un paio di occhiali da sole! Insomma, maggiore comfort alla guida e maggiore sicurezza, sono questi gli obbiettivi primari che la Jaguar si è prefissata per il lancio dei nuovi modelli.

La storica casa d’oltremanica da decenni è un simbolo per gli amanti delle auto sportive, e ancora oggi il prestigio di guidare una vettura griffata dal giaguaro è ben noto agli appassionati. Come dimostrano i numerosi modelli presenti sui siti di compravendita online, come il diffusissimo Autoscout24, che dedica al marchio Jaguar una sezione all’interno della quale, oltre alle varie offerte, si possono trovare cenni di storia e informazioni in più sulla nota casa britannica.

Non è un caso quindi che proprio la Jaguar sia la prima ad adottare questi accorgimenti, introducendo importanti novità a livello tecnologico che potrebbero stravolgere il concetto stesso di guida. L’attesa per vedere in funzione queste sorprendenti migliorie è tanta, ma soprattutto cresce la curiosità di scoprire se siano davvero in grado di dare un contributo all’esperienza del guidatore.

Secondo gli addetti ai lavori l’idea di mettere a punto un sistema di comandi da azionare con lo sguardo è nata dalle difficoltà incontrate in caso di forti piogge. Sarà capitato a chiunque di doversi trovare nell’esigenza di azionare il tergicristalli posteriore senza trovare immediatamente il comando. Grazie al Driver Monitor lo si potrà attivare senza distrarsi, specialmente in situazioni nelle quali è richiesta un’attenzione doppia al volante.

Sfortunatamente sono innumerevoli gli esempi di incidenti stradali originatisi per ragioni futili, e riuscire a prevenirne qualcuna è una delle missioni principali di tecnici e sviluppatori di tecnologie al servizio del guidatore. Per ora non resta che attendere il 2016, anno di uscita ufficiale dei nuovi modelli.

Leggi anche: Le strade del futuro sempre più smart: saranno solari e autoriparanti

Diminuisce l’utilizzo dell’auto privata. Come spostarsi spendendo meno?

Incidente con un’auto non assicurata, la guida per uscirne

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.