Quando la buona politica fa meno notizia…

By 14 Gennaio 2016 Guest

Ha solo 30 anni e svolge il suo ruolo di sindaco part-time, mantenendo il suo lavoro principale. Per la sua amministrazione comunale percepisce uno stipendio mensile di circa mille euro al mese, come previsto dalla legge per chi è già dipendente, e non percepisce rimborsi di alcun tipo, volontariamente, né per sé né per la sua giunta. Siamo a Robbio, comune virtuoso della provincia di Pavia. Contrariamente all’accezione comune, amplificata dai mass-media e da notizie come i ladrocini ripetuti e perpetrati dai nostri politici con stipendi da favola e rimborsi ben oltre il limite dell’indignazione a danno dei cittadini (e a cui siamo ormai assuefatti), esistono anche casi di buon governo nel rispetto di basilari regole morali ed etiche.

Viviamo in un’epoca in cui, nonostante alcuni indicatori positivi, la ripresa stenta a decollare. La disoccupazione è ancora elevata, ancora morde, e vengono continuamente chiesti sacrifici agli italiani, sarebbe più che mai atteso il buon esempio proprio da chi, invece, legifera a proprio favore (il parlamento) assegnandosi indennità da capogiro. Con lo stesso spirito dei padri della nostra costituzione sarebbe quanto mai auspicabile che certe cariche fossero ricoperte non per ingordigia di potere e denaro, ma con vero spirito di servizio per portare soluzioni e benessere a tutta la collettività.

Roberto_FranceseIl caso del sindaco di Robbio, Roberto Francese, appartenente ad una lista civica indipendente, rappresenta uno dei tanti casi di buona politica italiana.

Il sindaco e la giunta comunale hanno rinunciato, per coerenza e passione per ciò che fanno, a tutti i rimborsi relativi a telefono, auto, pranzi e viaggi.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.