E’ ancora italiana la nuova luce che si accende nella lotta contro l’Aids

di 1 Dicembre 2003Benessere

Il Laboratorio di Virologia dell’Istituto Superiore di Sanità ha lavorato alla sintesi di un vaccino in grado di debellare il virus dell’Hiv. L’attenzione è tutta intorno ad una proteina (detta proteina Tat) che il virus utilizza per replicarsi una volta introdottosi all’interno della cellula ospite. Bloccando questa proteina il virus non è più in grado di replicarsi e diviene, quindi, innocuo. Sarà la ricercatrice Barbara Ensoli che dirigerà la sperimentazione sull’uomo del nuovo vaccino. Milano e Roma accoglieranno la sperimentazione che partirà in tre centri italiani: lo Spallanzani, l’Università la Sapienza di Roma e l’Istituto San Raffaele di Milano. La ricerca verrà condotta grazie alla collaborazione di alcuni volontari che testeranno l’efficacia del vaccino. Fra questi saranno scelti 32 soggetti sani e non a rischio e 56 soggetti infetti che però non fanno uso di farmaci antiretrovirali.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.