Realizzato il primo cromosoma sintetico

di 27 Gennaio 2008Benessere

Il biologo-imprenditore Craig Venter ha annunciato la creazione del primo cromosoma di sintesi. La notizia merita dovute attenzioni dal momento che la possibilità di riprodurre in laboratorio il cuore di una cellula, quel prezioso corpuscolo che porta con sé le informazioni genetiche dell’organismo, apre nuove prospettive allo sviluppo nuove forme di vita, con caratteristiche decise “a tavolino”.
La ricerca condotta nei laboratori di Venter, e pubblicata su Science, descrive il metodo adottato per creare pezzi di genoma sintetici, replicando parti fondamentali del Dna di un batterio, il Mycoplasma Laboratorium.
Il passaggio che rimane da compiere, prima di aver in mano la possibilità di determinare in laboratorio il Dna di una cellula vivente, consiste nel creare un batterio basato unicamente sulla sequenza del genoma di sintesi, per poi trapiantarlo in una cellula vivente di cui dovrebbe “prendere il controllo”, dando origine di fatto a una nuova forma di vita.
Craig Venter è noto alla comunità scientifica per aver avviato, in parallelo al Progetto genoma umano, un lavoro di sequenziamento del genoma di Homo sapiens per fini esclusivamente commerciali. Lo scopo della società fondata dal controverso biologo, la Celera Genomics, infatti, era la creazione di una banca dati genomica utilizzabile a pagamento.
L’attuale ricerca del team del J Craig Venter Institute (JCVI), in Maryland, dovrebbe essere finalizzata alla creazione di organismi artificiali per curare malattie, produrre combustibili alternativi a basso impatto ambientale oppure microrganismi che potrebbero essere usati per eliminare i residui tossici, ma il progresso scientifico in questio campi non manca di sollevare le riserve che normalmente confluiscono negli scottanti temi bioetici.
Intanto, anche i progetti legati al genoma umano proseguono con sempre nuovi e più ambiziosi obiettivi. Nel 2003, il sequenziamento del genoma umano (Human Genome Project) ha permesso di elaborare una prima carta di circa 25mila geni umani a partire da una miscela di Dna di differenti persone. Oggi un nuovo studio si propone di esaminare il Dna di mille persone di diverse etnie in tutto il mondo per tentare di capire perché alcune persone sviluppano certe malattie e altre no.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.