Il contraccettivo del futuro è un gel da spalmare sulla pelle

Se ne parla da anni ma adesso sembra essere una realtà: presto la pillola anticoncezionale potrebbe cedere il passo a nuove forme di contraccezione, ugualmente efficaci ma con meno effetti collaterali. Al meeting dell’American Society for Reproductive Medicine è stato presentato infatti il gel anticoncezionale che ovviamente non si ingoia, ma si spalma sulla pelle come una normale crema per il corpo.

Il prodotto, in via di sperimentazione, ha superato con successo i primi test. È stato infatti sperimentato su 18 donne di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Nessuna delle volontarie, dopo sette mesi di applicazioni, è rimasta incinta e nessuna di loro ha risentito di alcun effetto collaterale. La crema sfrutta l’azione del principio attivo chiamato “nestorone”. Si tratta di un nuovo ormone progestinico di sintesi che contiene inoltre un tipo di estrogeno chimicamente identico a quello prodotto naturalmente dal corpo della donna. È questa combinazione che renderebbe il gel più sicuro e meno fastidioso della normale pillola contraccettiva. Infatti, mentre la pillola anticoncezionale ha in alcuni casi sgradevoli effetti collaterali – come nausea, mal di testa, sbalzi d’umore e aumento di peso – il nuovo gel non interferisce in alcun modo con la qualità della vita delle donne che lo usano. Inoltre, il nestorone ha il vantaggio unico di non interferire con l’allattamento, per cui può essere utilizzato in sicurezza anche dalle neomamme.

Secondo i ricercatori che l’hanno messa a punto, la crema contraccettiva sarebbe anche più pratica del cerotto anticoncezionale: è invisibile e non c’è il rischio che si stacchi inavvertitamente compromettendo l’effetto anticoncezionale. Il gel contraccettivo va applicato ogni giorno su alcune parti del corpo a scelta tra braccia, fianchi o addome. Basta una dose di 3 milligrammi al giorno per essere coperte dal rischio di rimanere incinte. Il gel fornisce un flusso costante di progesterone e estrogeni attraverso la pelle, bloccando ogni mese l’ovulazione. Gli esperti sperano di poter lanciare sul mercato al più presto questo nuovo metodo anticoncezionale. Occorrono tuttavia ulteriori test clinici su un campione più ampio prima di trovarlo a disposizione nelle farmacie.

No Comments

  • S. ha detto:

    Ciao,
    esiste già in commercio un sostituto della pillola, si chiama EVRA.
    Si tratta di un cerotto che rilascia il principio attivo attraverso la pelle. Si cambia settimanalmente ad eccezione della settimana delle mestruazioni. Può essere applicato in diverse parti del corpo.
    La mia compagna lo usa da tre anni e non ha alcun problema.

    Come tutti i farmaci è bene usarlo sotto il controllo del proprio medico e del ginecologo che prescriveranno delle analisi per stabilire se è possibile usarlo.

    Spero di essere stato utile.
    S.

  • concetta ha detto:

    Ciao a tutte,

    volevo solo aggiungere che, oltre al cerotto, è in vendita nelle farmacie tradizionali e in quelle online l’anello Nuvaring.

    Nuvaring è un anello trasparente e flessibile che va inserito dentro la vagina e rilascia costantemente gli ormoni che vanno ad agire impedendo che si instauri una gravidanza.

    L’anello Nuvaring ha una percentuale di efficacia pari a quella delle pillole contraccettive ma, a differenza di queste ultime, la sua efficacia non può essere compremessa da eventi di vomito o diarrea.

    Lascio questo link per le persone che vogliono ottenere altre informazioni:

Leave a Reply