Alcol: il 76% degli italiani sceglie di bere poco e bene

di 1 Giugno 2011Ottobre 15th, 2020Benessere

Solo il 6% degli italiani dichiara di bere troppo, contro il 17% in UK e il 20% in Germania. Questa tendenza in Italia risulta circoscritta ai giovani i quali, da adulti, tornano a consumare bevande alcoliche in maniera responsabile. È quanto emerge da una ricerca realizzata da ISPO per conto di Federvini.

In merito al consumo eccessivo di bevande alcoliche, il cosiddetto binge drinking, l’indagine ha evidenziato che sono soprattutto i giovani in UK (24%) e Germania (36%) a eccedere nel bere quando vanno in discoteca. In Italia solo il 9% dichiara di avere questa abitudine.

Rispetto agli altri paesi l’Italia si distingue quindi per il minor numero di bevitori smodati: al 44% non è mai capitato di eccedere. Tra i motivi dichiarati, quelli che più si legano al binge drinking sono piuttosto contenuti: li enuncia il 22% dei rispondenti. La maggioranza indica che si stava festeggiando un evento particolare (16%) o di non essersi reso conto di stare esagerando (15%).

Continua a leggere…

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillanti e fake news!

No Comments

  • Lazza ha detto:

    Non è una buona notizia perché la conclusione è fondamentalmente errata. “Rispetto agli altri paesi l’Italia si distingue quindi per il minor numero di bevitori smodati” casomai dovrebbe essere “Rispetto agli altri paesi l’Italia si distingue quindi per il maggior numero di giovani che raccontano panzane su loro stessi”
    I ragazzi italiani sono di esempio per tutti su cosa voglia dire bere troppo… purtroppo!

  • Smalvo ha detto:

    Ciao Lazza, hai delle fonti oggettive al riguardo o si tratta solamente di una tua impressione personale? Grazie.

  • Lazza ha detto:

    Be’ definirla “mia” l’impressione vorrebbe dire che io mi credo di essere un sacco di persone, ma non ho tali deliri di onnipotenza!
    Ovviamente parlando di bugie è difficile fare sondaggi (proprio per il fatto che se la gente mente il sondaggio è inutile) e di conseguenza trovare fonti. Però mi sembra molto più significativo parlare direttamente con i ragazzi adolescenti (o poco più), discutere e soprattutto ascoltare le loro abitudini “ricreative” quando ne parlano in tranquillità.
    Io ad esempio abito in un comune abbastanza vicino alla città peggiore d’Italia in merito, ma dubito che il resto del bel paese sia un altro pianeta. 🙂
    http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/451_news/204961_alcola_bassanoil_recorddi_consumo/

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.