Se lo chiedono in molti: dormire tanto fa bene? Un sonno troppo corto (o troppo lungo) non è considerato «alleato» della salute. L’ideale sarebbe dormire tra le sei e le otto ore a notte.

Il messaggio è rivolto soprattutto agli uomini di mezza età: chi dorme non più di cinque ore a notte, convive con una probabilità più alta di essere colpito da un evento cardiovascolare rispetto a coloro che invece riposano il giusto: ovvero tra le sei e le otto ore, quotidianamente. «Soprattutto a chi è più impegnato, dormire può apparire come una perdita di tempo – afferma Moa Bengtsson, ricercatrice dell’Università di Goteborg, che all’ultimo congresso europeo di cardiologia ha presentato uno studio condotto per ventun anni su quasi ottocento uomini di cinquant’anni. - Ma in realtà stiamo parlando di un’azione che contribuisce a determinare uno stile di vita salutare, così come la dieta e l’attività fisica».

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.