Moringa: come usarla per purificare l’acqua e combattere l’emergenza idrica

By 2 Luglio 2019 luglio 12th, 2019 Benessere
Moringa. I benefici e i 3 metodi per depurare l'acqua

La moringa è un albero di origine indiana utilizzata per rendere l’acqua pulita, ma ha anche innumerevoli effetti positivi sulla salute umana. Così come evidenziato dalla stessa FAO, tutte le parti di questo arbusto sono commestibili. Dalla corteccia ai fiori. È, inoltre, ricca di vitamine (del gruppo A, B e C) e sali minerali. Elementi, questi, che non possono assolutamente mancare. A partire dalla presenza di vitamine e sali minerali, elementi che non devono assolutamente mancare. Soprattutto in estate. Inoltre, è una pianta particolarmente adatta per contrastare molte malattie, come l’ipotensione e l’ulcera.

Ma, oltre a essere utilizzata per le sue proprietà benefiche, è una pianta usata anche per depurare l’acqua. Ecco come.

1. Purifica l’acqua da sostanze inquinanti

I suoi semi catturano le sostanze inquinanti presenti nell’acqua lasciandole cadere sul fondo. In questo modo l’acqua diventa buona da bere. Non solo. Diventata pulita, è utile per migliorare le condizioni igienico-sanitarie, ad esempio lavandosi le mani. Avvalendosi di questo vegetale, si potrebbe far fronte ai costi spesso insostenibili per realizzare depuratori. Soprattutto in Paesi in cui il problema dell’emergenza idrica è molto sentito, come l’Africa.

2. Evita la schistomiasi

I semi di moringa, inoltre, possono essere utilizzati insieme ad altri elementi come l’argilla; in tale modo, si depura l’acqua da agenti patogeni come quello che provoca la schistomiasi. Una malattia, questa, che causa la morte di 10.000 persone all’anno. Utilizzando questo composto, è possibile così salvare altrettante vite umane.

3. Assorbe i fenoli

Un altro uso della moringa ricorre al carbone attivo a base di moringa, che assorbe anche i fenoli. Soprattutto nei Paesi emergenti, si potrebbe utilizzare questa pianta per rendere l’acqua pura da altri elementi cancerogeni come l’Escherichia Coli. Certo, i risultati non sono paragonabili perfettamente a quelli dei prodotti industriali (più efficaci). Rispetto al nulla, però, la moringa potrebbe essere un valido aiuto per rendere un po’ più pulita l’acqua da bere.

Una pianta dai mille usi. Anche inaspettati. Che ci fa capire come la natura possa venire incontro all’essere umano anche per porre rimedio ai danni ambientali da egli stesso causati. Con dei rimedi facili da realizzare.

Ecco altre buone notizie sull’ambiente che potrebbero piacerti:

6 modi per rendere l’acqua pulita

3 buone notizie per l’Italia che si svela più green. Ecco quali

Clima: le 8 buone notizie che non ti aspetti di leggere

5 iniziative dagli USA che non ti aspetti per migliorare il clima

Leave a Reply