Società

La Commissione Europea finanzia lo sminamento in Etiopia

di 21 Aprile 2006No Comments

La Commissione Europea fornirà 8 milioni di euro (9,7 milioni di dollari) all’Etiopia per sostenere lo sminamento di questa nazione del Corno d’Africa, uno dei Paesi con più terreni minati nel mondo. I fondi saranno indirizzati dal Programma per lo Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) e l’Ufficio Etiope Azione Mine (EMAO) a finanziare lo sminamento delle regioni Tigray e Afar nei prossimi tre anni. Tim Clarke, capo della missione della Commissione Europea in Etiopia, ha riferito martedì ai giornalisti che beneficeranno di questo sforzo un numero stimato di 500˙000 persone nelle due regioni. Il Suo discorso è stato tenuto nell’ambito della prima Giornata Internazionale della Consapevolezza delle Mine e dell’Assistenza ad Azione Mine e che ogni anno è celebrato il 4 aprile. Max Gaylard, direttore del Servizio Azione Mine dell’ONU, ha affermato lunedì che sebbene 15˙000 tra uomini, donne e bambini nel mondo perdono ancora la vita o un arto sulle mine antiuomo ogni anno, una sostenuta azione internazionale potrebbe risolvere il problema alla radice. “Negli ultimi anni ‘90”, ha inoltre aggiunto, “c’erano circa 25˙000 vittime delle mine ogni anno. Il numero diminuisce annualmente grazie alla mobilitazione della comunità internazionale, della firma ad Ottawa, Canada, del trattato di bando delle mine nel 1997 e del compimento di ricerche approfondite nei Paesi in cui sono presenti terreni minati.

Condividi su:
Avatar photo

Silvio Malvolti

Ho fondato BuoneNotizie.it nel 2001 con il desiderio di ispirare le persone attraverso la visione di un mondo migliore. Nel 2004 ho costituito l'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo, che oggi gestisce questa testata: una sfida vinta e pluripremiata.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici