Apre casa di accoglienza al Bambino Gesù di Roma

di 10 Marzo 2008Società

E’ stata inaugurata in questi giorni a Roma la Casa di accoglienza dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, allestita per ospitare le sempre più numerose famiglie costrette a lunghi periodi di soggiorno nella Capitale, per rimanere accanto ai propri figli ricoverati o in regime di day hospital. Alla cerimonia ha preso parte il Sindaco di Roma, Walter Veltroni, che ha voluto assicurare all’Ospedale una struttura destinata all’ospitalità di chi deve sostenere il peso di lunghe degenze senza disporre di mezzi adeguati, e il Presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Francesco Silvano.
La casa, una villa anni Venti di 1200 metri quadri immersa in un parco secolare poco distante dall’Ospedale a cui è collegata con servizio costante di bus navetta, è disposta su tre livelli divisi in 17 unità abitative, ognuna con angolo cottura e bagno. L’apertura della residenza restituirà calore e dignità alle famiglie dei piccoli pazienti, provenienti dall’Italia e dall’estero alla ricerca di cure e assistenza per patologie complesse o rare, evitando così di aggravare il già difficile stato psicologico con dolorose separazioni.
Si tratta di una straordinaria iniziativa di solidarietà portata avanti da aziende, associazioni di volontariato e privati cittadini che in un mese, attraverso la campagna di raccolta fondi “Mettiamo su casa” sostenuta da Il Messaggero, hanno donato gli 865 mila euro necessari a realizzare la struttura.
Ogni singolo ambiente della Casa è contraddistinto dal nome di chi lo ha “adottato” rendendone concretamente possibile la ristrutturazione e l’allestimento.
Questa nuova casa va ad aggiungersi a quelle già funzionanti del Policlinico e di ematologia. “Speriamo che molto presto – ha detto il sindaco Veltroni nel corso dell’inaugurazione – ciascun ospedale pediatrico abbia una sua struttura di accoglienza per le famiglie dei bambini malati”.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillanti e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.