Chi si loda si imbroda: il sottile confine fra personal branding e autoreferenzialità

By 20 Novembre 2019 Società
...continua a leggere

Da diversi mesi la mia frequentazione dei social si è rarefatta. O, meglio, è cambiato il mio modo di interagire con i post. Forse per questo, come ogni volta che ti allontani di un passo da una immagine, ho incominciato a “vedere” più chiaramente l’insieme di ciò che viene comunicato.

Spesso mi sono accorta di non riuscire più a leggere o ascoltare messaggi che, in qualche modo, fatico a percepire come un valore aggiunto al mio pensare, agire e vivere.

Sono diventata allergica alla autoreferenzialità – sarà perché “chi si loda, si imbroda?” – ma, nello stesso tempo, mi sto chiedendo in che modo si possa curare il proprio “brand personale” evitando di scadere nello sfrenato amore di sé.

Il dubbio mi viene perché se da un lato riscontro un “eccesso di ostentazione” da parte di alcuni, ci sono molti altri di cui conosco le azioni davvero meritorie che non le raccontano per timore di vantarsi o perché sottovalutano la portata dei progetti che realizzano. Se ne parlano, lo fanno sottovoce, quasi temendo di cadere nel peccato di superbia…

Leave a Reply