Perché il rischio di perdere il partner aumenta l’attrazione?

di 1 Ottobre 2020Società

Come superare il logorio nella relazione col partner

 

A volte più, a volte meno, ma nella maggior parte delle relazioni affettive, dopo un periodo iniziale di entusiasmo, eccitazione, coinvolgimento, buone intenzioni, sorgono l’abitudine, la familiarità, la routine, e con essi talvolta anche la noia e soprattutto il fatto di dare per scontata la presenza del partner.

Chi più, chi meno, la maggior parte di noi, nel profondo nutre una forma di “per sempre”, pur, magari, con tutte le ambivalenze del caso. Tutti noi quando ci innamoriamo e magari iniziamo anche ad amare crediamo, pensiamo, speriamo e ci impegnano affinché duri il più a lungo possibile o, al limite, fino alla fine dei nostri giorni.

A volte ci riusciamo, altre volte un po’ meno. Poiché la mente tende ad abituarsi a ciò che ritiene conosciuto, noto, acquisito, anche da parte nostra dovrebbe sorgere un impegno ben preciso a continuare a scoprire ogni giorno le piccole e novità che si annidano nell’altro, la sua quota di sconosciuto che alberga sempre in lui, anche e soprattutto quando crediamo ormai di conoscerlo e di poterlo avere al nostro fianco per sempre.

I limiti del credere che il partner sarà “per sempre”

Credere che ormai il partner starà con noi per sempre, perché magari siamo uniti da un vincolo matrimoniale, oppure familiare, con uno o più figli, può avere un forte impatto sugli sforzi attivi che investiamo per continuare a coltivare la relazione nel tempo o può diminuire il desiderio di trascorrere del tempo gradevole insieme.

Oggi la maggior parte di noi conduce una vita molto attiva, frenetica, con tanti impegni, scadenze, mansioni, obblighi, ruoli, funzioni, responsabilità al punto che le ore di una giornata risultano pienamente occupate dal nostro agire, magari fuori casa. Il famoso tempo libero sembra diventare sempre più un miraggio.

Ogni relazione affettiva, però, implica un investimento di tempo ed energie. A volte affermiamo di non avere il tempo, oppure siamo troppo stanchi per dedicare la necessaria attenzione, ascolto, cura, condivisione con il rischio concreto, alla lunga, di minacciare la qualità e la stessa stabilità della relazione che nel tempo può iniziare a sfaldarsi.

Non solo solo il ritmo di vita influisce sulla qualità della relazione, ma anche la nostra stessa percezione: quando riteniamo che il rischio che si infranga è basso, i sentimenti romantici concomitanti possono diminuire di pari passo…

…continua a leggere

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.