Il fotovoltaico supera l’eolico e diventa la prima fonte energetica rinnovabile d’Italia, ad eccezione dell’idroelettrico. Un sorpasso storico avvenuto a febbraio 2012: 10.678 GWh del fotovoltaico contro i 10.568 GWh dell’eolico. I dati sono stati resi noti da Confartigianato.

Per l’Ufficio Studi di Confartigianato, oggi il solare basterebbe a coprire il bisogno energetico di tutte le famiglie del Sud Italia.

Sempre secondo Confartigianato, si registra anche una crescita contenuta della produzione energetica da fonti geotermiche (+121 GWh), mentre è in calo la produzione idroelettrica, con una riduzione di 7.416 GWh, secondo i dati dell’ufficio studi degli artigiani.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Si registra, infine, una forte riduzione della produzione termica: le fonti tradizionali hanno prodotto 12.373 GWh in meno.

Nonostante la corsa al sole e al vento, tuttavia, le energie rinnovabili rappresentano oggi il 26,2% della produzione energetica italiana, contro un 73,8% del termico.

Investire sulle rinnovabili però, sottolinea Confartigianato, non sembra portare vantaggi soltanto in termini ambientali. Secondo l’Ufficio studi, infatti, i primi benefici sono di natura economica.

”Le energie rinnovabili”, ha detto il Presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini , “offrono grandi potenzialità di sviluppo alle piccole imprese, sia in termini di innovazione sia per la creazione di posti di lavoro. Per questo, Confartigianato si batte affinché i decreti sulle energie rinnovabili in corso di emanazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell’Ambiente, non penalizzino i piccoli impianti”.

Fonte:  www.asca.it

Condividi su:
Avatar photo

BuoneNotizie.it

Dal 2001, BuoneNotizie.it raccoglie e pubblica notizie positive e costruttive per farti riscoprire il piacere di essere informati. Crea la tua dieta mediatica e scopri cos'è il giornalismo costruttivo.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici