Pochi giorni fa si è conclusa a Montréal la conferenza periodica della Convenzione ONU sulla biodiversità (Cop15). Cavalcando la stessa scia per salvaguardare l’ambiente e diventare più green, il Giappone ha preso una decisione che mira a incidere di meno sull’ambiente con l’obbligo di pannelli fotovoltaici su tutti i tetti delle nuove costruzioni, mentre il Parlamento europeo vieta l’importazione di prodotti che contribuiscono alla deforestazione.

L’importante Convenzione ONU raggiunta

Alla conferenza delle Nazioni Unite che si è recentemente svolta a Montréal, in Canada, è stato raggiunto un traguardo storico e senza precedenti. La convenzione ONU alla quale hanno aderito oltre 195 Paesi prevede un solido quadro di obiettivi e traguardi chiari e misurabili che ogni firmatario dovrà rendicontare e monitorare nei prossimi anni

La Convenzione ONU sulla biodiversità, chiamato Kunming-Montreal, è anche definito “target 30 by 30”. Le principali azioni in cui i Paesi si impegnano sono: ripristinare il 30% degli ecosistemi degradati, conservare e gestire il 30% delle aree (sia marine che terrestri) dell’intero pianeta e fermare l’estinzione delle specie conosciute.

Importanti passi green, oltre alla Convenzione ONU

L’Unione Europea ha vietato l’importazione di diversi prodotti che considera i “principali motori della deforestazione”, tra cui caffè, cacao e soia. La nuova norma renderà obbligatorio a tutte le aziende la verifica e il rilascio di una cosiddetta dichiarazione di “due diligence”. Si tratta di una certificazione che garantisca che i beni immessi sul mercato non abbiano causato o contribuito alla deforestazione e al degrado ambientale in una qualsiasi parte del mondo. I prodotti che non avranno questa dichiarazione non potranno essere venduti nell’Unione Europea.

Tokyo

Scorcio notturno di Tokyo (fonte: pixabay.com).

Tokyo rende obbligatori i pannelli solari

I membri dell’assemblea comunale della città più grande al mondo dichiarando che non c’è più tempo da perdere nel passare a un’energia ecologica hanno approvato un nuovo regolamento. D’ora in poi Tokyo renderà obbligatori i pannelli solari per quasi tutte le nuove costruzioni. Con questa mossa la metropoli e la sua amministrazione pensano di ridurre significativamente l’impronta di emissioni nei prossimi decenni oltre a incrementare la presenza dei pannelli solari che ora sono presenti solo sul 4% degli edifici.

Queste iniziative green e la COP 15 di Montréal hanno evidenziato, non solo grazie alla Convenzione Onu, che preservare la natura, rendere più ecologiche le nostre città e proteggere l’enorme diversità della vita sul nostro pianeta sono essenziali per il nostro futuro. Un ecosistema in salute ed equilibrato infatti rende più pulite la nostra acqua e la nostra aria, ci dà di che mangiare e ci protegge dalle inondazioni, oltre a rallentare il cambiamento climatico.

Leggi anche:

Importanti passi avanti sul come essere più sostenibili

Riccardo Pallotta

Riccardo Pallotta

Laureato in comunicazione e marketing con una tesi sul brand journalism. Attore e speaker radiofonico in Italia e all'estero. Social media manager. Oggi collaboro con BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più