La neve non è solo un’affare fastidioso, non è solo un manto bianco che copre le strade rendendoci difficili gli spostamenti, non è solo ammassi fangosi che dobbiamo tenerci per un po’ lungo i bordi delle strade, non è neppure solo un passatempo “romantico” per i bambini e gli innamorati. La neve, nella complessità del ciclo naturale, svolge un ruolo fondamentale per l’ambiente e per la nostra salute. Ma perché la neve è tanto importante?

“Sotto la neve pane, sotto la pioggia fame”: una benedizione per l’agricoltura

«Se il Signore ci manda la neve al momento giusto – ci spiega Vincenzo Vigliotta, vecchio agricoltore Irpino – è una benedizione per l’agricoltura. Ma se arriva troppo tardi abbiamo perso tutto». Siamo portati a credere che un paesaggio innevato sia solo una bell’immagine da cartolina e nell’ambito agricolo siamo convinti che neve e freddo siano la rovina dei campi: non è sempre vero. La neve – se arriva nel giusto momento – gioca un ruolo importante per il lavoro agricolo e per l’ambiente. Infatti dall’esperienza contadina maturata nei secoli, possiamo apprendere che per avere un ottimo raccolto è molto meglio una copiosa nevicata che un’abbondante pioggia. 

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

I fiocchi di neve svolgono una funzione molto importante e quasi “magica” nel ciclo naturale, infatti aiutano a proteggere il suolo dalla gelate e danno la possibilità alla piante di salvaguardarsi. Durante i periodi di freddo il terreno può ghiacciarsi, restando ghiacciato anche nelle ore più calde una coltre di neve garantisce al terreno di mantenere una temperatura più calda e di evitare gelate, preservando le piante fino alla primavera. Inoltre garantisce una maggior fertilità ed idratazione al terreno, poiché la neve sciogliendosi rilascia lentamente acqua nel terreno che riesce a penetrare in profondità e protegge le piante dagli animali selvatici che potrebbero brucarle, vanificando tutto il lavoro d’impianto.

Perché il freddo e la neve sono importanti per la nostra salute

La neve non è solo “amica” di piante e alberi ma è importante anche per la nostra salute. Infatti contribuisce a ripulire l’aria che respiriamo: la neve cadendo al suolo è in grado di assorbire le particelle di azoto e ammoniaca (le polveri sottili). Per chi vive in città, dove l’aria è spesso gonfia di smog, una nevicata dovrebbe essere vista non solo come un “fastidio” ma come un momento per respirare meglio.

Quando nevica la temperatura non è freddissima poiché per fioccare non può scendere oltre i -2°, è il momento migliore per godere dei benefici del freddo senza le conseguenze del contatto con l’aria gelida. I benefici importanti di neve e freddo sono:

  • restringe i vasi sanguigni e migliora la circolazione periferica. Se quindi soffri di vene varicose, flebiti o disturbi della circolazione linfatica, una bella passeggiata nella neve allevierà senza dubbio i tuoi disturbi;
  • aiuta a perdere peso, perché il tuo corpo brucerà più calorie per mantenere la temperatura interna abituale;
  • ti mantiene giovane, con il freddo l’attività delle tue cellule è più lenta. Il calo di lavoro all’interno del tuo corpo fa sì che diminuisca anche il processo di invecchiamento dei tessuti;
  • uccidono virus e batteri, infatti ci sono più possibilità di ammalarsi all’inizio e alla fine dell’inverno, quando i gradi non sono ancora vicini allo zero;

L’importanza delle neve sta proprio nel suo essere “delicata”, nel suo agire lento ed a lungo rilascio. Dovremmo imparare dalla neve, dovremmo comprendere che è fondamentale preservare i ritmi naturali senza rinunciare allo sviluppo tecnico. Ma la tecnica deve essere un supporto alla natura non deve avere la pretesa di sostituirsi a lei. Finalmente la neve è arrivata, prediamoci un momento per rallentare e goderci questo momento.

Condividi su:
Avatar photo

Vittorio Palmieri

Napoletano. Emigrato nell'entroterra irpino-sannita, in controtendenza con l'emorragia dei paesi interni verso la vita metropolitana. Ignoto poeta "prestato alla burocrazia". Nell’entroterra segue percorsi sociali con enti del terzo settore. Ha collaborato ad un progetto di agricoltura sociale con le Associazioni Irpine “Ecopotea Aps” e “Al Centro dei Ragazzi Odv”. Nell’ultimo anno fonda Introterra Aps, nata con lo scopo di rivalutare e riscoprire l'entroterra campano, e con la quale rileva un progetto giornalistico editoriale decennale "bMagazine.it" e fonda l'etichetta "Introterra Edizioni"Aspirante giornalista pubblicista, scrivo per Buonenotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici