3 musei all’aperto da non perdere per il week-end

di 4 Settembre 2020Cultura, Viaggi
Week-end nei musei all'aperto

 

Musei all’aperto da visitare nel week-end

I musei all’aperto sono il luogo perfetto per passare un week-end alternativo. In Italia li troviamo lungo tutta la penisola. Al mare, in giardini, parchi, piccoli borghi e boschi. I musei all’aperto ospitano sculture, installazioni, artistiche, decorano piccoli paesi e sono spesso in armonia con la natura. Sono la meta ideale per passare un week-end con la famiglia, con bambini, ma anche in solitudine. Permettono di trascorrere giornate in libertà nella natura, ma anche di scoprire piccoli scorci nascosti dell’Italia. Inoltre, il weekend diventa l’occasione per avvicinarsi alle varie forme d’arte, inserite in contesti insoliti e fuori dal comune. Per di più, i musei all’aperto permettono visite in sicurezza, respirando l’aria di parchi, giardini e boschi. Week-end che coniugano arte, cultura, natura e paesaggi spettacolari.

Week-end ad Arte Sella: museo all’aperto in Trentino

Arte Sella, “The contemporary mountain”, nasce nel 1968 nel comune di Borgo Valsugana in Trentino. Il museo si fonde con la natura della Valsugana, prima e unica destinazione certificata per il turismo sostenibile secondo i criteri GSTC – Global Sustainable Tourism Council. Arte Sella ospita artisti di tutto il mondo. Le loro opere sono realizzate esclusivamente con materiali naturali. Due sono i percorsi che permettono una visita al museo naturale. Il primo parte da Malga Costa ed è aperto tutto l’anno. L’itinerario permette di ammirare 50 opere, tra le quali “Simbiosi” di Edoardo Tresoldi, ma, soprattutto, la “Cattedrale vegetale” di Giuliano Mauri. Una cattedrale gotica naturale, con navate di 12 m di altezza e 80 colonne di rami intrecciati. Uno spettacolo da non perdere.

Arte Sella, Trentino

Il secondo percorso è aperto dalla primavera a novembre e inizia nel giardino di Villa Strobele. Qui si possono ammirare installazioni di artisti contemporanei. La visita al museo di Arte Sella è un’esperienza unica. Infatti, ogni anno appare diversa. Con il crescere degli alberi e della vegetazione, le opere, di conseguenza, si trasformano. Un museo in divenire, dove assistere ad un continuo dialogo tra arte, natura e creatività. Un museo eco-sostenibile in tutti i sensi. Infatti, si può raggiungere comodamente anche in bicicletta. Un weekend per scoprire sia come la natura possa diventare arte e sia come l’arte si trasforma con la natura.

Villa Grock in Liguria

Villa Grock, a Imperia, è un palazzo circondato da un magnifico parco ricco di statue, ponticelli e piante lussureggianti. Un museo all’aperto vero e proprio e sicuramente uno dei più stravaganti. Infatti, Villa Grock e il suo parco sono stati la casa di uno dei clown più famosi della storia, Adrien Wettack, in arte Grock. L’artista ha creato la sua dimora e il suo giardino come un grande circo. Villa Grock è un inno al mondo circense e alla giocoleria ed espressione poliedrica del suo proprietario. Il palazzo, infatti, ospita il Museo del Clown. Le 14 sale sono dedicate al mondo del circo e dei clown. Inoltre, la villa ha una vista spettacolare sul mar Ligure, Porto Maurizio e la collina verso Diano Marino.

Museo all'aperto Parco Villa Grock

Veduta del Parco di Villa Grock

Anche il parco è ricco di simboli che rimandano al mondo del circo. Ogni costruzione sembra potersi animare da un momento all’altro, per riprodurre le specialità dell’arte circense. Infatti le colonne si trasformano nelle clave del giocoliere, mentre le luci dei lampioni si specchiano nel laghetto per apparire come sfere che volteggiano. Al centro del lago c’è un tempietto, con tratti orientali, che si può raggiungere da una passerella decorata. Inoltre, il parco è ricco di piante tipiche della riviera ligure. Un week-end al museo per entrare in un mondo magico, quasi fatato. Un museo all’aria aperta che ci porta nel mondo del circo, ma ci fa scoprire anche la vita e l’arte di un grande e singolare artista.

Museo d’Arte sul Mare a San Benedetto del Tronto

IL MAM – Museo d’Arte sul Mare è un museo all’aperto a San Benedetto del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. Si sviluppa per più di 1 km lungo tutto il molo della cittadina marittima delle Marche. Qua si possono ammirare quasi 200 opere pittoriche e scultoree di artisti provenienti da tutto il mondo. Inoltre, sono esposte anche 5 sculture realizzate dagli artisti Mario Lupo, Marcello Sgattoni, Genti Tavanxhiu e Giuseppe Straccia. Un tratto del lungo mare è dedicato all’arte scultorea, mentre un’altro ospita 24 murali realizzati da famosi street artist italiani e da alcune scuole locali.

MAM - Museo del Mare a San Benedetto del Tronto

Opere del Museo d’Arte sul Mare

Da non perdere l’opera di Mario Lupo. Realizzata nel 1986, è un bronzo di circa 8 m dedicato al gabbiano Jonathan Livingston. Però, l’opera che lascia senza fiato è sicuramente il “Presepe” di Giuseppe Straccia. La scultura è immersa nell’acqua del mare, ma perfettamente visibile. Inoltre, l’artista ha collocato a pelo d’acqua il bassorilievo “Madonna del Mare” in onore di tutti i caduti nel mare. Un museo all’aperto unico nel suo genere, sia per la bellezza  dell’ambiente marino, sia per la lunghezza di oltre un chilometro. Un week-end per trascorrere qualche giorno di relax al mare e ammirare l’arte che ne arricchisce i panorami.

Musei all’aperto per week-end di vacanza tutto l’anno

I musei alla luce del sole sono sicuramente un’ottima meta da visitare per piccole vacanze da concedersi tutto l’anno. Infatti, sia in estate che in inverno, non perdono il loro fascino. Inoltre, anche se visitati più volte, non saranno mai uguali. Il tempo e le stagioni cambiano e plasmano i paesaggi, modificano i colori. La natura che li circonda avrà un’aspetto diverso e diverso sarà lo sguardo e lo stupore del visitatore. Musei che ogni giorno vi stupiranno e vi faranno amare l’arte da prospettive diverse.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.