In Alsazia la prima chiesa fotovoltaica d’Europa

Per rifare il tetto della chiesa, gli abitanti di Manspach hanno deciso di utilizzare tegole fotovoltaiche e, sulla copertura dell’abside, tegole in polietilene riciclato proveniente dalla raccolta differenziata fatta da loro stessi.

La chiesa di Manspach, cittadina dell’Alsazia francese, è diventata famosa in questi giorni per essere la prima chiesa europea ad avere un tetto fotovoltaico. La chiesa di Saint-Léger era stata costruita nel 1867 e all’epoca erano state utilizzate, per la copertura, tegole di amianto e cemento. Considerata la necessità di rifare il tetto, i cittadini sono stati chiamati dal sindaco, insieme al parroco, a scegliere tra un tetto in tegole di ardesia, materiale tradizionale dell’architettura alsaziana, e uno in tegole identiche a quelle in ardesia dal punto di vista estetico, ma fotovoltaiche. La comunità di Manspach, costituita da poco più di 500 abitanti, ha votato all’unanimità per la seconda soluzione, che unisce il rispetto architettonico allo sviluppo sostenibile.

Le tegole utilizzate riproducono perfettamente la copertura tradizionale alsaziana, sia nel colore che nella la posa a losanghe, evitando di snaturare l’estetica dell’edificio sacro e integrandolo perfettamente al suo contesto naturale. Le 462 tegole fotovoltaiche posate sulle due falde della navata, aventi un’estensione di circa 350 metri quadrati, produrranno una media di 30.000 kWh all’anno – pari al fabbisogno della chiesa stessa e di altre 9 abitazioni. L’elettricità prodotta in eccesso verrà immessa nella rete elettrica e venduta al gestore locale, l’EDF.

Ma non è tutto. I cittadini di Manspach sono andati ben oltre. La parte di tetto che ricopre l’abside della chiesa di Saint-Léger, infatti, è stata rifatta con tegole di PEHD (polietilene ad alta densità) riciclato proveniente dalla raccolta differenziata (bottiglie, bidoni, ecc.) di Manspach e dintorni. La posa di queste speciali tegole in polietilene ha permesso alla comunità di risparmiare sui costi (le tegole in polietilene riciclato costano meno delle tegole in ardesia) e, al tempo stesso, di avere un impatto ambientale inferiore rispetto, ad esempio, alla produzione delle tegole in terracotta.

Il costo complessivo del cantiere (che comprende il rifacimento del tetto, tegole fotovoltaiche e in PEHD, tegole in vera ardesia per il campanile, il restauro della facciata e dell’interno) è calcolato in 300.000 Euro, che non graveranno sulle casse comunali. Come ha dichiarato il sindaco di Manspach, Dany Dietman, “questo investimento – che tutela l’ambiente, la giustizia sociale e il nostro denaro – sarà ammortizzato rivendendo l’elettricità in eccesso all’EDF”.

Nessun Commento

Lascia un commento