Mass media, Ciampi: più informazione su modelli positivi

All’indomani delle polemiche seguite alla messa in onda della discussa intervista al serial killer nel corso della trasmissione Domenica In, parole di riflessione e di pacata critica sono state pronunciate oggi dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.
“I cittadini chiedono sempre più di avere informazione su modelli e comportamenti positivi di impegno sociale, […] di dedizione al prossimo […] stanchi di un bombardamento continuo […] di negatività, di immagini che suscitano preoccupazione e ansia, diffuse in tutti gli spazi di informazione” – ha detto Ciampi durante l’incontro, al Palazzo del Quirinale, con i vincitori e gli organizzatori del “Premio Cronista 2003”.

La polemica ai vertici della Rai tra la presidente Lucia Annunziata e il direttore generale Flavio Cattaneo ha fatto seguito all’intervista, condotta nel carcere di Padova dal mattatore della nota trasmissione domenicale, Paolo Bonolis, a Donato Bilancia, condannato a 13 ergastoli e 28 anni di reclusione per aver commesso in sei mesi, fra il 1997 e il 1998, 17 omicidi in Liguria e Piemonte.
Bilancia, che confessò pochi giorni dopo il suo arresto, ha ricostruito la sua storia con precisione e dettagli, con frasi a effetto che hanno suscitato subito le proteste delle famiglie delle vittime e di associazioni dei consumatori.

“Certo, tutto deve essere raccontato”, ha proseguito il Presidente, “è la vostra professione di cronisti, di giornalisti, senza censure e senza autocensure, se non quella che è determinata dalla propria coscienza professionale e personale. Tuttavia, informare sulla ricchezza di umanità che esiste nella società è importante quanto denunciare i problemi, i disagi, le tragedie che ogni giorno seguiamo con apprensione”.

Lascia un commento