La Marchi e la figlia condannate a 10 anni di reclusione

Di certo Vanna Marchi non si aspettava che dalla telefonata della signora Fosca Marcon, quel per lei maledetto 27 novembre del 2001, la sua vita si sarebbe trasformata in un calvario. Calvario che ha visto la fine ieri pomeriggio quando i giudici della decima sezione di Milano hanno condannato la signora delle televendite e la figlia Stefania Nobile a 10 anni di reclusione e l’ex convivente della Marchi, Francesco Campana, a 4 anni. Il reato contestato è associazione a delinquere finalizzata alla truffa e un risarcimento pari a 2 milioni e 200 mila euro, somma che i tre condannati dovranno sborsare alle circa 100 vittime costituitesi parte civile nel processo. La pena più grave per la Marchi è però forse l’interdizione dal video: per 5 anni lei e sua figlia non potranno infatti apparire davanti al video. Il legale delle due ex venditrice ha annunciato che farà appello. Davvero una belle rivincita per le persone che hanno sborsato negli anni centinaia di milioni di lire.

Lascia un commento