Denuncia per Equitalia per appropriazione indebita

By 14 Giugno 2012 marzo 5th, 2017 Attualità

Un manager di Arezzo ha annunciato alla stampa l’intenzione di denunciare Equitalia per appropriazione indebita dopo che, lo scorso anno, “sotto precisa indicazione dello stesso personale di Equitalia” aveva versato all’agenzia di riscossione 1.800 euro in più del dovuto. Ora, però, Equitalia si rifiuta di restituire al creditore la somma indebitamente versata “perché dice che non sa come farlo“.

Equitalia è diventata, negli ultimi tempi, “l’incubo ricorrente” di molti italiani, ma a volte accade che, quando è proprio Equitalia ad essere in debito, questa si rifiuti di rimborsare le somme dovute ai contribuenti.

È il caso di un manager di Arezzo che, circa nove mesi fa, ha versato 1.800 euro in più nelle casse di Equitalia. Un errore, però, che è stato commesso – come ha dichiarato il manager aretino in esclusiva a “Il Vostro Quotidiano” – “sotto precisa indicazione dello stesso personale di Equitalia, sia a me che al mio commercialista. Adesso sono creditore verso l’ente di riscossione, ma questo si rifiuta di restituirmi il maltolto perché dice che non sa come farlo”.

Ma non è tutto: nello “sportello fiscale” del manager risulta esserci proprio il credito di 1.800 euro (a conferma delle dichiarazioni del contribuente aretino), “che, però, è indisponibile fino allo sblocco da parte di Equitalia”.

Insomma, per Equitalia è tanto semplice pretendere il risarcimento dei debiti (con tanto di interessi  di mora maturati) da parte dei cittadini, ma è altrettanto difficile trovare il modo per restituire quanto ricevuto in più.

Il manager aretino, intanto, non resta a guardare e dissotterra l’ascia di guerra, annunciando un’azione legale nei confronti di Equitalia. “Sono otto mesi – ha raccontato alla stampa – che chiedo indietro i miei soldi. Le cose sono due: o vado lì e sfascio tutto, considerando anche gli interessi di mora, oppure procedo con una denuncia per appropriazione indebita. Siccome sono fermamente contrario alla violenza e condanno ogni atto violento nei confronti di Equitalia, adirò per vie legali”.

Per il manager si preannuncia una strada in salita, forse lunga e tortuosa, per riottenere i 1.800 euro di credito, ma questa pare essere l’unica via percorribile, dal momento che Equitalia non è in grado di fornire risposte tempestive ed esaurienti.

Fonte:  www.ilvostro.it

 

4 Comments

  • Giancarlo Felcetti ha detto:

    caro manager paga altri 1.500 euro per un sicario e mandali dove dico io e dove dici tu questi delinquenti rognosi di equitalia vanno trattati come meritano al pari loro

  • paolo ha detto:

    caro manager,non sei il solo,pensa che io ho pagato una somma astronomica,in quanto il personale prima mi hanno detto una cifra,poi un’altra,e poi un’altra ancora,pensa te paghi e non ti vengono nemmeno cancellate,tanto i coglioni pagano sempre.

  • paolo ha detto:

    lo stato quando devi dare i soldi li vuole eeeeeecccccccccoooooome,ma quando li deve dare lui,campa cavallo che l’erba cresce.guarda questo paese come è diventato,siamo all’osso,intanto i nostri politici sperperano più anno e più vogliono,ma secondo te gli importa qualcosa di te,spero che tutti quei soldi che vengono tolti alla povera gente si li prendano tutte in medicine.

  • murdoc ha detto:

    bravo complimenti se tutti gli italiani la pensassero cosi questi balordi anno un vitalizio zozzoni

Leave a Reply