Dal carcere di Rebibbia al pub: al quartiere Appio apre “Vale la pena” e i detenuti servono la birra anti spreco

Dalla prigione al pub. In un sorso. È la sfida di “Vale la pena” locale che aprirà ad aprile nel quartiere Appio, in via Eurialo 22, coinvolgendo un gruppo di detenuti del carcere di Rebibbia in esecuzione penale esterna. Sarà un Pub&Shop in cui si potranno degustare i prodotti del birrificio nato grazie al progetto di inclusione sociale ideato e gestito da “Semi di Libertà Onlus” e in cui persone in regime detentivo vengono formate e inserite nella filiera della birra artigianale. Ma non solo: lo spazio sarà anche un negozio di economia carceraria dove sarà possibile comprare altre specialità “made in Rebibbia”, come i formaggi realizzati nella sezione femminile o il Caffè galeotto della torrefazione del penale.

[themoneytizer id=17261-16]