Arriva in Europa la prima scarpa equa

Cinque modelli di calzature, dal numero 24 al 45, per bambini, donne ed uomini, scarpe prodotte nel rispetto dei diritti dei lavoratori e non consentendo mai lo sfruttamento dei bambini. Coop Italia distribuirà in Italia il prodotto, i cui costi varieranno a secondo del modello e del tipo di lavorazione ma il prezzo al pubblico non dovrebbe superare i 30 euro. E’ la prima scarpa equa e solidale ad arrivare in Europa. Un progetto della Cooperativa sociale Nex Trade, nata nel 2002 con l’obiettivo di commercializzare i prodotti dei lavoratori del sud del mondo, a partire da una piccola realtà dell’Ecuador.
Dal 1989 la Comunità opera attraverso una proprio Ong (la Comunità Internazionale di Capodarco) a favore delle persone in difficoltà, con una particolare attenzione ai disabili e ai ragazzi di strada.
Oggi gestisce una fabbrica che in Ecuador da lavoro a 50 persone che producono circa 30mila paia di scarpe all’anno per un fatturato che nel 2003 era di 287mila dollari, rinvestiti in progetti sanitari e di alimentazione di cui la popolazione ha bisogno.
I lavoratori guadagnano con contratti regolari 135 dollari al mese, non poco se si considera che i precari in Ecuador possono guadagnarne al massimo 60 al mese.
Il design di queste nuove calzature sarà tutto italiano: dall’Italia arriveranno le forme, i lacci, i fondi che non sono reperibili in Ecuador mentre in loco saranno acquistati pellame e gli altri componenti anche con l’obiettivo per favorire l’economia locale.

Lascia un commento