Jeff Bezos annuncia un fondo da 33 milioni di dollari per i “sognatori”

Jeff Bezos, insieme a sua moglie MacKenzie, ha annunciato venerdì scorso che erogherà una donazione da 33 milioni di dollari al più grande programma di borse di studio degli USA denominato “Dreamers”, un gruppo di immigranti privi di documenti arrivati negli Stati Uniti da bambini.

La donazione del CEO di Amazon al programma darà a “1.000 diplomati immigrati delle scuole superiori statunitensi l’opportunità di andare al college”, ha dichiarato sul sito web del fondo.

I beneficiari dovranno avere lo status di Deferred Action for Childhood Arrivals, noto anche come DACA, un programma dell’era di Obama che protegge coloro che sono stati portati negli Stati Uniti illegalmente quando erano minorenni. Il programma aiuta approssimativamente 700.000 Dreamers, ma l’amministrazione Trump lo sta gradualmente eliminando. C’è stato un ritardo di sei mesi per i beneficiari nel 2017 e il Dipartimento per la sicurezza interna consentirà la scadenza dei permessi rilasciati in precedenza a partire dal 5 marzo.

Bezos ha anche spiegato perché questa causa sta particolarmente a cuore a lui e sua moglie, sottolineando che il suo padre adottivo era un immigrato fuggito da Cuba. “Mio padre è venuto negli Stati Uniti quando aveva 16 anni come parte dell’operazione Pedro Pan”, ha detto Bezos. “È atterrato in questo Paese da solo e non era in grado di parlare inglese. Con tanta grinta e determinazione – e l’aiuto di alcune organizzazioni in Delaware – mio padre è diventato un cittadino eccezionale, ed è molto riconoscente al Paese che lo ha accolto in tanti modi. MacKenzie e io siamo onorati di poter aiutare i Sognatori di oggi finanziando queste borse di studio”.

Il CEO di Amazon Jeff Bezos e sua moglie MacKenzie Bezos (Photo by Greg Doherty/Patrick McMullan via Getty Image)

Il CEO di Amazon Jeff Bezos e sua moglie MacKenzie (Photo by Greg Doherty/Patrick McMullan via Getty Image)

L’annuncio di Bezos arriva dopo che il presidente Donald Trump ha fatto commenti offensivi sui gruppi di immigrati, definendo le loro rispettive terre di origine “paesi di merda”.

Candy Marshall, presidente di TheDream.US, ha dichiarato nel comunicato che la concessione della famiglia Bezos “è una ottima opportunità per gli studenti immigrati in un momento in cui alcuni di loro si chiedono se dovrebbero restare negli Stati Uniti. Invitiamo chiunque abbia dei dubbi su ciò che stiamo facendo per questi studenti ad incontrarli di persona”.

Fonte: HuffingtonPost.com

Un Commento

Lascia un commento