“Tutto il Cinema per tutti”. Torna il Festival Internazionale del Film di Roma

 

Meryl Streep nel Film "Julie&Julia"

Il connubio fra vocazione popolare e qualità della proposta culturale è l’innovativa ricetta all’origine del festival cinematografico romano: una formula in grado di richiamare, all’interno dello stesso evento, i grandi appassionati di cinema ma anche coloro che non hanno mai partecipato ad un festival. Dopo le prime tre edizioni che hanno fatto registrare uno straordinario successo di pubblico (più di un milione e mezzo di spettatori fra il 2006 e il 2008), il Festival Internazionale del Film di Roma torna dal 15 al 23 ottobre 2009 con film, retrospettive, incontri, mostre, concerti e la presenza di grandi star nazionali ed internazionali.

Una formula che combina arti differenti, facendole dialogare armoniosamente su un medesimo palcoscenico che è l’intera città. Roma svolgerà, infatti, il ruolo di scenografia della manifestazione; il cuore pulsante dell’evento sarà ancora l’Auditorium Parco della Musica, progettato da Renzo Piano, e l’adiacente Villaggio del Cinema.

La prima giornata del Festival, presieduto da Gian Luigi Rondi con la direzione artistica di Piera Detassis, sarà dedicata alla memoria di Tullio Ketzich, scrittore, autore teatrale, critico cinematografico e firma del Corriere della Sera, scomparso lo scorso 17 agosto.

I quattordici film in concorso nella Selezione Ufficiale saranno giudicati da una giuria internazionale composta da sette personalità del mondo del cinema e delle arti. Tre i film italiani: “Alza la Testa” di Alessandro Angelini, “L’uomo che verrà” di Giorgio Diritti e “Viola di mare” di Donatella Maiorca.

Molto nutrito anche il programma degli Eventi Speciali e degli incontri con il pubblico, che vedranno come protagonisti Meryl Streep, Richard Gere, Paulo Coelho, Asia Argento, Gabriele Muccino e Giuseppe Tornatore.

Il Festival non è solo film, ma anche eventi legati al mondo dell’arte e della cultura in generale. Ad ottant’anni dalla nascita e a vent’anni dalla sua scomparsa, sarà ricordato Sergio Leone, una tra le personalità più rappresentative del cinema italiano e mondiale, attraverso una mostra evento, che sarà inaugurata dal Maestro Ennio Morricone. In anteprima mondiale saranno presentati il film-dossier dedicato alla vita artistica di Antonio Ligabue e un’importante esposizione, presso il Museo Archeologico dell’Auditorium Parco della Musica, di circa 80 opere di pittori provenienti dai più importanti musei e collezionisti privati, dal titolo “Luci del cinema su Antonio Ligabue”.

Per la prima volta in Italia, inoltre, sarà presentata la mostra “Cape Farewell: Art and Climate Change”: esposte fotografie, sculture e installazioni alimentate dall’energia solare o scavate nel ghiaccio, risultato di un’esperienza che un gruppo di artisti ha vissuto in Groenlandia, insieme a

scienziati e ricercatori. Il Festival dedica, infatti, grande attenzione all’ambiente: le emissioni di CO² generate per l’organizzazione dell’evento saranno ridotte e compensate con la creazione di nuove foreste in Costa Rica e con il rimboschimento e la riqualificazione di un’area della Riserva Valle Aniene a Roma.

Non manca, infine, l’attenzione al sociale, attraverso la collaborazione con iniziative promosse da Telethon, Fao, Unicef, Greenpeace, Legambiente, A.N.G.E.L.S e le attività dell’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Roma che vedono utilizzare strumenti audiovisivi.

Tanti ancora gli omaggi, le retrospettive e gli eventi speciali che arricchiranno anche quest’anno la variegata proposta del giovane Festival romano.

 Per informazioni: www.romacinemafest.it

Lascia un commento