Veronesi: nuova terapia contro il cancro al seno

La cura del cancro al seno potrebbe essere a una svolta. Grazie a una terapia rivoluzionaria tutta italiana. È stata ideata e applicata, per la prima volta al mondo, dall’equipe dell’Istituto europeo di oncologia, diretto dal professor Umberto Veronesi. È stato lo stesso scienziato ad annunciarla ai giornalisti al Congresso della Società italiana di ginecologia e ostetricia, presieduto dai professori Emilio Imparato e Nicola Ragni, aperto a Genova proprio da una lettura magistrale dell’oncologo milanese.
Veronesi ha detto che negli ultimi cinque anni, 600 donne con tumore al seno sono state sottoposte, durante l’intervento, a una dose di radioterapia mirata al punto della lesione. “Con questa metodica – ha spiegato – si evita alla donna di sottoporsi, dopo l’operazione, alla radioterapia che solitamente è protratta per sei settimane.
È una strada nuova che si sta rivelando interessante. Infatti, abbiamo avuto fra le 600 donne solo un caso di fibrosi post operatoria, quindici di fibrosi leggera e tre casi di recidiva del tumore. Pensiamo a tutte quelle donne che non possono sottoporsi a radioterapia perché distanti dai Centri specializzati. C’è da aggiungere il grande vantaggio di poter applicare la radioterapia fin dalla sala operatoria. Un progresso estremamente importante”.

Lascia un commento