Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.buonenotizie.it/home/wp-content/themes/salient-child/single.php on line 19

Aiuta la ricerca con un sms.

E’ iniziata lo scorso 10 novembre la raccolta di fondi per finanziare le ricerche sull’Atassia di Friedreich, rara malattia ereditaria recessiva. Basterà mandare un sms vuoto al 48586 per contribuire. Le società di telefonia devolveranno un euro per ogni messaggio. L’intuizione della raccolta fondi è stata del Comitato Rudi, organizzazione non-profit fondata nel 2003 da Filomena D’Agostino e Bernardo Ruggeri, genitori di Diego, un ragazzo affetto dalla malattia. Dal 2003 il Comitato si è attivato per intensificare le ricerche di una terapia, sensibilizzando cittadini, istituzioni e mass-media, e soprattutto raccogliendo allo scopo circa 100.000 euro destinati al Dottor Pandolfo e al suo staff che quotidianamente, presso l’Ospedale Erasme di Bruxelles, concentrano i loro sforzi sulla ricerca di una cura adeguata per debellare gli effetti dell’AF.
L’AF è una patologia che solitamente insorge durante l’infanzia o l’adolescenza e si concretizza in una progressiva perdita della coordinazione motoria, dapprima negli arti inferiori poi in quelli superiori. Non è raro che le persone colpite dall’AF debbano ricorrere alla sedia a rotelle.
Inoltre il 90% dei pazienti affetti dall’atassia presenta disturbi cardiaci a causa di una frequenza dei battiti superiore alla norma o attraversi l’ispessimento delle pareti del setto ventricolare. In più all’incirca il 20% dei pazienti sviluppa il diabete mellito. In mancanza di una terapia ai colpiti dall’atassia non resta che sottoporsi a frequenti controlli cardiaci, respiratori, a diete particolari e a una fisioterapia variabile in relazione allo stadio della malattia.

Lascia un commento