Contro la depressione: pensare al futuro in maniera positiva

Pubblicato da Isabella Berardi 25 ottobre 2011 2 Commenti

Future 150x150 Contro la depressione: pensare al futuro in maniera positivaAvere una visione positiva del futuro: è questa la mossa vincente contro ansia e depressione, secondo un recente studio del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, importante centro medico che ha ideato un nuovo metodo, il Future Directed Therapy (FDT), per curare questi disturbi sempre più diffusi tra la popolazione. Dai dati raccolti, questo metodo evidenzia risultati migliori rispetto alle terapie tradizionali.

Sono stati 16 i pazienti, tutti già in cura per disturbi legati alla depressione, che hanno partecipato alle sedute del metodo: due volte alla settimana per 10 settimane, guidati da uno psicologo, hanno appreso alcune tecniche per costruire in modo migliore il loro futuro – per esempio, come imparare a definire chiaramente i propri obiettivi. Parallelamente, un altro gruppo di persone, 17 in totale, sempre con il medesimo problema, sono stati curati con la terapia tradizionale. Al termine del test, il gruppo in cura con la Future Directed Therapy ha mostrato significativi miglioramenti rispetto al secondo gruppo.

Il successo è dovuto all’applicazione della Future Directed Therapy, cioè terapia indirizzata al futuro. Focus del programma è il tentativo di insegnare alle persone a costruire il proprio futuro con consapevolezza, attraverso l’uso di principi psicologici ben precisi.  Numerose ricerche mostrano, infatti, che l’anticipazione mentale di un futuro migliore è la chiave del benessere. Eppure, al solo pensiero, molte persone sono colte da sensazioni di ansia e di angoscia, perché, a detta del team di scienziati che ha elaborato il metodo, manca la necessaria conoscenza di come il futuro abbia radici ben specifiche nel presente.

Anche il modo in cui il passato viene percepito gioca un ruolo fondamentale nel raggiungimento della felicità: gli errori compiuti non devono essere preponderanti nel determinare la nostra immagine mentale. Secondo la FDT, tutti abbiamo la capacità di imparare dagli sbagli e di trovare nuovi modi di pensare e di cercare la felicità.

Proprio a questo proposito, Jennice Vilhauer, autrice dello studio, ha dichiarato “le persone colpite dalla depressione tendono ad avere minori capacità di immaginare un futuro migliore e hanno anche minori abilità nello stabilire obiettivi, risolvere problemi o pianificare azioni”. Ed è qui che entra in gioco la Future Directed Therapy, prosegue Vilhauer  “il metodo aiuta le persone a spostare la loro attenzione su ciò che vogliono veramente dal futuro e li aiuta a sviluppare quelle capacità necessarie per far raggiungere loro gli obiettivi prefissati”.

La ricerca è stata pubblicata su CNS Neuroscience& Therapeutics.

Per approfondire :

Arriva la dieta del buonumore
Scacco alla depressione con i nuovi farmaci mirati

A proposito di Isabella Berardi

Ho abbondanato la città per vivere in un paese di 1.000 anime circa sulle sponde del Lago d’Iseo. Ho una laurea in Arti, Spettacolo e Produzione multimediale e, dopo un corso in comunicazione giornalistica e multimediale a Milano, ho conseguito un master in giornalismo e comunicazione della scienza presso l’Università degli Studi di Ferrara. Collaboro con numerose testate giornalistiche cartacee e web, soprattutto per tematiche legate all’ambiente, al territorio, alla medicina, all’arte, ai viaggi. Credo fermamente nella cultura glocal e, soprattutto, nell’energia dell’ottimismo. Collaboro con BuoneNotizie.it dal 2009 e sono giornalista pubblicista da maggio 2012.

Leggi tutti gli articoli di Isabella Berardi Visita il sito web dell'autore

Ci sono 2 Commenti

  1. carlo
    - 7 novembre 2011

    Pensare al futuro in maniera positiva? Possibile solo se non si vive in Italia!

Scrivi il tuo commento

 

BuoneNotizie.it su Google+