Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.buonenotizie.it/home/wp-content/themes/salient-child/single.php on line 19

Un passo importante per l'abolizione della pena di morte

Se dal 1764 Cesare Beccaria ha posto una pietra miliale nella storia del diritto, oggi non tutti gli Stati hanno compreso in pieno l’assurdità della pena di morte, dimostrata nel saggio “Dei delitti e delle pene”. È notizia di oggi che il ministro degli esteri D’Alema presenterà all’assemblea degli affari generali dell’Unione Europea la proposta di abolizione della pena di morte e conseguente moratoria.

È un passo importante, che fa seguito a tante iniziative e non ultima la marcia contro la pena capitale, promossa dai Radicali e dall’associazione “Nessuno tocchi Caino” il giorno di Pasqua, e che arrivò fino in piazza San Pietro, mentre il Papa pronunciava il suo Urbi et Orbi. Come si legge sul sito di Amnesty International “La tendenza mondiale verso l’abolizione della pena di morte ha conosciuto negli anni ’90 una decisa accelerazione sostenuta dai principali organismi internazionali. A partire dal 1997, la Commissione delle Nazioni Unite sui diritti umani approva annualmente una risoluzione sulla pena di morte sollecitando tutti gli Stati che ancora la prevedono, a istituire una moratoria sulle esecuzioni, in vista della successiva abolizione”.

Con questa mozione l’Italia ribadisce ancora una volta la sua posizione contro un assurdo diritto da parte dello stato: levare la vita per fare giustizia. Sono ancora 91 nel mondo i paesi che conservano la pena di morte, e la proposta Italiana è un primo passo per arrivare ad una moratoria universale delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale dell’ONU.

Lascia un commento