Zanardi torna in pista con una BMW

Alex Zanardi torna alle corse. Stavolta non per un giro di prova o per una gara spot: il fuoriclasse bolognese ha appena firmato un contratto per correre come pilota ufficiale BMW nel Campionato Euroturismo Fia-Etcc 2004. Chi lo conosce bene non si meraviglia di nulla. Da sempre Alex, dalla F1 ai trionfi della formula Cart americana, ha dimostrato un carattere fuori dal comune. Il suo soprannome d’altra parte è “Pinapple”, ossia “Ananas”, che per gli americani è il simbolo stesso dei capoccioni, di quelli che hanno la testa dura.
Ed è proprio grazie a questa sua testardaggine che si è ripreso con rapidità miracolosa dal tragico incidente del settembre di due anni fa: fu investito a 320 all’ora dall’auto del canadese Alex Tagliani durante una gara del circuito americano Cart, la prima a tenersi su un tracciato europeo, sul Lausitzring.
Gli furono amputate entrambe le gambe, è stato in coma farmacologico e per terribili giorni si è temuto anche per la sua vita.
Ma Alex non si è dato per vinto. E ha sempre scherzato. “Ora se mi faccio male di nuovo mi basta una chiave a brugola per tornare a posto”, ci disse tempo fa. Spiegando poi però che “la velocità di un pilota è nella testa non nelle gambe. Non importa se freni col dito o col piede”. Sarà. Però perfino alla Bmw, dove quasi per caso si sono trovati Zanardi su una macchina ufficiale del campionato turismo (un loro ingegnere era caro amico di Alex) sono rimasti di stucco davanti ai dati della telemetria di Monza. “Vedevamo senza ombra di dubbio che Zanardi andava fortissimo” – ci ha raccontato Andrea Neri, che ha seguito per la casa tedesca tutti gli sviluppi di questa favola a motore. “Lui giocava, ma poi faceva tempi strepitosi. Con una macchina che non conosceva e con comandi ausiliari certamente non perfettamente a punto”
Così il 19 ottobre scorso Zanardi si schierò al via per l’ultimo appuntamento del Campionato Euroturismo Fia Etcc e agguantò un significativo settimo posto assoluto.
Da quella straordinaria esperienza eccoci alla sua firma con il Team BMW Italy-Spain per gareggiare nel campionato Euroturismo nel 2004.

Lascia un commento