Il progetto di Enel per avvicinare sport e disabili.

Tre testimonial d’eccezione: Valentina Vezzali, quattro medaglie d’oro e una d’argento alle Olimpiadi nel fioretto individuale e a squadre; Melania Corradini, 18enne portabandiera dell’Italia alle Paralimpiadi Invernali di Torino 2006; Andrea Pellegrini, oro nella sciabola alle Paraolimpiadi di Atene 2004 e campione d’Europa con la Nazionale Italiana di basket in carrozzina. Tutti per un grande progetto di solidarietà: 47 iniziative, 12 milioni di euro stanziati per favorire la pratica sportiva in generale e dei disabili in particolare, grazie anche alla collaborazione del Cip (Comitato Italiano Paralimpico). E’ la Enel Cuore Onlus, organizzazione non-profit creata dalla nota azienda per gestire le iniziative di solidarietà, che si è fatta promotrice di questo progetto per avvicinare sport e disabilità. Un’associazione che si è già distinta in passato per altre importanti iniziative: proprio di recente, grazie a Enel Cuore Onlus, è stato infatti aperto a Palermo un padiglione ricco delle più avanzate tecnologie per la ricerca sulla talassemia e sono in fase avanzata altri progetti per l’aiuto alle fasce più deboli, dai bambini all’assistenza domiciliare per anziani non autosufficienti.
L’amministratore delegato dell’Enel Fulvio Conti ha dichiarato: “Enel Cuore Onlus è impegnata in iniziative che danno aiuti concreti alle categorie sociali più deboli, anziani, bambini, malati e disabili, il nostro contributo al comitato italiano parolimpico non è solo destinato a supportare gli atleti di primo livello ma ha l’obiettivo di permettere ai tanti che si trovano in condizioni di disabilità, di trovare nella pratica sportiva quegli stimoli, quella volontà di partecipazione e quella voglia di stare con gli altri che migliorano la qualità della vita”.

Lascia un commento