Champions League: Milan in finale

Ancora una volta la squadra di Carlo Ancelotti approda in finale di Champions League, dopo aver sconfitto in semifinale il Manchester United. Ieri sera a S. Siro i rossoneri hanno giocato una gara perfetta, senza errori o distrazioni. Dopo il 2-3 dell’andata solo una grande prestazione avrebbe potuto ribaltare le sorti della sfida e poter staccare il biglietto per la finale di Atene, il 23 maggio. E così è stato.

All’ingresso in campo delle due squadre, il Milan è subito più determinato e tonico. Dopo soli 30 secondi Kakà va vicinissimo al gol, come pure qualche minuto dopo. I rossoneri sembrano avere una marcia in più e all’11’ minuto arriva il vantaggio: cross dalla trequarti, sponda di testa di Seedorf e sinistro al volo di Kakà dal limite dell’area che va ad insaccarsi all’angolo basso, alla sinistra del portiere. Ancora due buone occasioni non sfruttate al massimo e alla mezzora il raddoppio, questa volta con Seedorf. L’olandese vince un contrasto all’altezza della lunetta dell’area avversaria e colpisce con un destro che si infila nello stesso angolino del primo gol. Il Manchester è annichilito e sta a guardare.

Nel secondo tempo gli inglesi provano a reagire, ma il Milan non sbaglia niente e ad un quarto d’ora dalla fine, in contropiede, arriva il terzo gol con Giardino: è l’apoteosi. Finisce 3-0, dopo una gara da incorniciare. Il resto è statistica: ottava finale dell’era Berlusconi, la terza in cinque anni, dopo che la squadra milanese aveva già stabilito un record, approdando tra le prime otto per la quinta volta consecutiva. Kakà, 10 gol in 12 partite in questa edizione, ambisce ad eguagliare il record di Van Nisterlooy (12 gol).

E così, dopo che il Milan ha vendicato il 7-1 inflitto alla Roma nei quarti proprio dal Manchester, adesso cerca la propria rivincita personale. Il 23 maggio in finale affronterà infatti di nuovo il Liverpool, nella riedizione della finale del 2005 di Istanbul. In quell’occasione i rossoneri persero clamorosamente ai rigori dopo essersi fatti rimontare tre gol dagli inglesi (da 3-0 a 3-3).
Infine gli ultimi due dati: l’ultima volta che il Milan ha giocato una finale di Champions ad Atene, nel 1994 contro il Barcellona, vinse 4-0; in più l’ultimo anno che l’Inter vinse lo scudetto, nel 1989, i cugini rossoneri conquistarono la Champions. Due segnali che fanno ben sperare.

Lascia un commento