Turismo: arriva la guida alle citta' storiche

”Attraverso questo catalogo vengono messe in luce le straordinarie bellezze del nostro Paese”. E’ quanto dichiarato dal sottosegretario al ministero dei Beni culturali, Nicola Bono intervenuto alla presentazione di ”Prontitalia”, un catalogo promosso da Cidac (Associazione delle citta’ d’arte e cultura) e da Alpitour, formato da 140 pagine con suggerimenti per percorsi tra arte, cultura, folclore, artigianato e gastronomia delle principali citta’ d’arte italiane. Gli itinerari d’arte sono divisi per regione e ad ogni citta’ sono dedicate in media due pagine che contengono cenni storici, una piantina, l’elenco dei monumenti, le piazze, le chiese, i musei, le gallerie e le principali manifestazioni previste durante l’anno. Le localita’ segnalate sono 52, mentre 250 mila le copie del catalogo che verranno distribuite nelle agenzie viaggi italiane.
”Il vero problema -prosegue Bono- e’ che a volte troviamo ostacoli nelle amministrazioni locali per quanto riguarda il processo di sviluppo culturale che stiamo portando avanti. Le politiche del turismo nazionale -sottolinea il sottosegretario ai Beni culturali- non possono pretendere di offrire il nostro Paese nella sua interezza, ma e’ necessario dividere il territorio in microcosmi turisti organizzati ognuno con le sue peculiarita’ per un’offerta sempre piu’ diversificata e di qualita’. Una delle problematiche del nostro turismo -prosegue Bono- e’ la competitivita’ dei costi e la scelta di far pagare dei ticket per entrare nelle localita’ di interesse turistico-culturale potrebbe rivelarsi un boomerang. I turisti, specialmente quelli stranieri, non amano i costi aggiuntivi ne’ le sorprese”.
In conclusione del suo intervento il sottosegretario ha spiegato come ”la cultura e’ uno degli aspetti fondamentali del turismo, ma alla base manca una strategia che ci permetta di incrementare la percentuale di ricettivita’ del turismo internazionale culturale che oggi e’ ferma al 5%”.
Nel suo intervento di presentazione della guida turistica il direttore prodotto del gruppo Alpitour, Giancarlo Botta ha sottolineato che ”siamo ormai giunti alla seconda edizione della guida, l’anno della sua piena maturita’. Il nostro obiettivo, preciso quanto ambizioso, e’ quello di fare del catalogo il primo strumento di riferimento per i turisti delle citta’ storiche”.
”Per valorizzare il nostro patrimonio artistico e culturale -ha dichiarato Ledo Prato, segretario generale del Cidac- e’ necessario un raccordo tra la politica dei beni culturali e quella del turismo. Negli ultimi anni il turismo culturale in Italia e’ cresciuto del 20% rispetto a quello balneare in termini di fatturato, indotto e occupazione. Questo e’ il segno che le due realta’ -conclude Prato- possono aiutarsi a vicenda a ottenere ottimi risultati”.
Il successo della guida dello scorso anno e’ testimoniato dall’80% dei viaggi venduti da Alpitour con destinazione alle citta’ d’arte avvenuta attraverso l’utilizzo del catalogo. Potra’ inoltre essere consultato il sito ) tenuto continuamente aggiornato con notizie su eventi, manifestazioni, festival e ricorrenze storiche.

Lascia un commento