Uno sportello per la tutela dei turisti nelle città d'arte.

Sono centinaia, ogni anno, le segnalazioni di turisti e cittadini che denunciano il degrado delle città d’arte e dei siti archeologici. Proprio in seguito a queste numerose lamentele l’associazione Telefono Blu ha deciso di istituire un’apposito sportello per coloro che desiderano porre all’attenzione del pubblico problemi legati ad eventuali truffe, spese eccessive, cattiva gestione, arredo urbano, divieti e così via. Il suddetto sportello aprirà prima a Roma e successivamente a Venezia, Firenze, Milano, Bologna, Genova, Napoli e Torino. L’iniziativa poggia su un centralino (tel. 06-37518881) e su due siti internet (www.cittasicure.com e www.sosviaggiatore.com). L’associazione telefono Blu è senza scopo di lucro ed è storicamente impegnata nella difesa del consumatore attraverso collegi legali sparsi in tutta Italia e sempre pronti a fornire consulenze al cittadino. Ma l’azione di questa associazione si esplica anche attraverso il contatto quotidiano con circa 3.000 organi d’informazione ai quali vengono fornite notizie on-line autoprodotte tramite un magazine e una mailing-list. Inoltre Telefono Blu promuove i marchi di qualità indipendente e dirige un Osservatorio dei Consumi che consente un’elaborazione dati essenziale per migliorare i servizi offerti. Durante la sua storia l’associazione ha trattato oltre 300.000 casi che hanno visto coinvolte circa un milione di persone e 400.000 famiglie. Un progetto, insomma, immerso nella società civile e che si prefigge un’obiettivo semplice e chiaro: migliorare il nostro paese e la sua immagine all’estero.

Lascia un commento