Efficienza energetica: in Italia, nel 2011 investiti 4,2 mld di euro

By 19 Ottobre 2012 Ambiente

In Italia nel 2011 sono stati investiti 4,2 miliardi di euro in efficienza energetica. E la stima per i prossimi dieci anni parla di un volume di altri 17,5 miliardi. I dati che riguardano il trend del settore – in costante ascesa – sono stati diffusi dalla “Fondazione per lo sviluppo sostenibile” (Fss) insieme a Federcasa. I 17,5 miliardi di euro di efficientamento energetico sono calcolati nel solo ramo delle riqualificazioni degli edifici privati.

I possibili risparmi in bolletta grazie all’uso razionale dell’energia, secondo lo studio di Fondazione per lo sviluppo sostenibile (Fss) e Federcasa, arrivano fino al 40%. Da quando, sei anni fa, sono comparse sul mercato le ESCo, le Energy Service Company, si calcola che il risparmio energetico italiano sia arrivato all’80%.

Lo scorso anno, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (AEEG) ha definito le ESCo “i soggetti deputati alla promozione dell’efficienza energetica nell’ambito delle direttive europee di risparmio e di contenimento delle emissioni di gas serra”. La legislazione assegna alle ESCo certificate importanti vantaggi per quanto riguarda la partecipazione alle gare d’appalto della pubblica amministrazione.

“Se è vero che ben l’80% del risparmio energetico degli ultimi sei anni in Italia è stato generato dall’intervento di ESCo”, ha dichiarato Gaetano Trizio, amministratore delegato di ICIM, ente italiano di certificazione, “e che gli interventi di efficientamento energetico possono portare a un risparmio in bolletta fino al 40%, grazie a un uso più razionale dell’energia che si riflette anche in una riduzione complessiva dell’impatto ambientale, ecco che l’efficienza energetica si conferma un comparto dalle enormi potenzialità non solo per il settore privato ma anche per l’industria, il terziario e la pubblica amministrazione”.

Anche per il Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, l’efficienza energetica e le energie rinnovabili “sono un’arma efficace per combattere la crisi“. Il Ministro, infatti, si è così espresso a commento della chiusura delle Assemblee programmatiche degli “Stati generali della Green Economy“, previsti il 7 e 8 novembre 2012 a Rimini.

 

Leave a Reply