La scarsità d’acqua è una preoccupazione concreta a cui dobbiamo ancora oggi dobbiamo prestare molta attenzione. Nel mondo si preannunciano numeri preoccupanti. Circa 2 miliardi di persone non hanno a disposizione acqua potabile sicura. Ogni anno quasi 1,5 milioni di persone muoiono e 74 milioni vengono afflitti da malattie a causa della scarsità d’acqua, la critica condizione e i servizi igienici a disposizione.

Conseguenze di scarsità d’acqua e cambiamenti climatici

La scarsità d’acqua porta inevitabilmente ad una pericolosa e allarmante manchevolezza, sia per quanto riguarda i servizi idrici che quelli sanitari. É essenziale un equilibrio per garantire crescita e benessere per ogni individuo. Si stanno manifestando sempre più frequentemente fenomeni critici, come ad esempio l’anomalo riscaldamento delle acque oceaniche, eccessivamente e in modo discontinuo, che a loro volta portano conseguente siccità in zone che normalmente non sono soggette a regolari precipitazioni.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

La discontinuità delle temperature degli oceani, così come della terra, è una delle cause principali del dislocamento imponderabile ed improvviso sia delle specie animali che vegetali. Nel mondo, questo spostamento provoca un incommensurabile alterazione e danneggiamento per la biodiversità.

Ogni anno i fenomeni metereologici violenti, come ad esempio i cicloni, subiscono un incremento notevole e pericoloso. Inoltre, le cosiddette “stagioni degli incendi” sono più incontrollabili e prolungate.

Soluzioni attuabili

Il primo passo che dobbiamo compiere per poter superare la scarsità d’acqua e i cambiamenti climatici è sicuramente verso una maggiore sensibilizzazione. Le scuole e le diverse istituzioni pubbliche, grazie ai loro mezzi, possono concretizzare l’obiettivo, con l’appoggio di organizzazioni come la WWF o Medici senza frontiere, che ogni giorno dimostrano come sia realizzabile il futuro, in una convivenza pacifica, sana e rispettosa degli ecosistemi e della biodiversità.

Un impegno profondo e progetti coscienziosi sono indispensabili. Una studiata pianificazione degli investimenti, con una particolare attenzione verso l’innovazione. Interessante ricordare il processo di desalinizzazione che, affiancato dall’utilizzo delle energie rinnovabili, oggi è forse vista come una soluzione più praticabile per la scarsità d’acqua.

L’Italia è uno dei Paesi che sta riscontrando diverse complicazioni a causa della scarsità d’acqua e della gestione delle risorse. Un’accelerazione della realizzazione di invasi gioverebbe molto, promuovendo un aumento dei posti di lavoro e il recupero di zone mal sfruttate come siti di operatività.

Oltretutto, ognuno di noi, come cittadino, può contribuire e fare la propria parte. Attuando piccole attenzioni e premure che dobbiamo al nostro pianeta, e la WWF consiglia qualche ecotips da cui possiamo attingere, possiamo ritrovare ogni giorno sempre più la bellezza del nostro pianeta e riavvicinarci ancora una volta alla sua profonda ed inarrivabile essenza.

Leggi anche:

Perché i ghiacciai sono così importanti per l’equilibrio climatico del pianeta

Sport e ambiente, il binomio più utile per l’educazione alla sostenibilità

Condividi su:
Avatar photo

Chiara Andriani

Chiara Andriani. Mi sono diplomata al Liceo Linguistico, avendo sempre avuto un interesse e un orecchio attento per le lingue. Fin dall'infanzia ho mostrato un particolare coinvolgimento ed entusiasmo verso l'universo letterario e cinematografico e una passione per la musica. L'attrattiva verso la scrittura mi ha spinto a cercare un modo per renderla parte integrante della mia vita di tutti i giorni, portandomi alla scoperta anche del giornalismo e di BuoneNotizie.it. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici