Il Bonus Cultura spiegato in pillole

di 14 Ottobre 2020Cultura, Società
Bonus cultura: agevolazioni per giovani e studenti

500 euro di Bonus Cultura e altre agevolazioni per i giovani. Ecco di che si tratta e come usufruirne

 

Supportare i giovani nel loro sviluppo culturale e morale è di fondamentale importanza per poterli indirizzare nel mondo del lavoro e delle nuove tecnologie. Il Bonus Cultura (o Bonus Studenti) previsto dal Governo per tutto il 2020 e oltre, nasce proprio da questi preamboli.

Il bonus prevede un’agevolazione economica per i neo-maggiorenni, cioè per tutti i giovani che quest’anno compiranno 18 anni di età. Questa tipologia – introdotta per la prima volta nel 2016 con la Legge di Stabilità comma 979 art. 1 – è da quest’anno inserita nella nuova Legge di Bilancio. Lo scopo è offrire ai giovani la possibilità di accedere gratuitamente a concerti, eventi culturali, mostre d’arte  e di acquistare libri scolastici.

Come funziona il Bonus Cultura?

Il bonus non prevede il rilascio di un voucher o di un buono sconto, ma riguarda una somma di denaro reale pari a 500 euro. Il neo-maggiorenne, ovvero colui che ha compiuto o compirà 18 anni di età entro la fine del 2020, dovrà autenticarsi presso 18 app, una piattaforma che il Governo ha appositamente dedicato al bonus e spendere fino al 28 febbraio 2021 la carta dello studente a sua disposizione.

Un’agevolazione simile è prevista anche per i nati nel 2002, ma è ancora in fase di avvio e prossimamente sulla piattaforma verranno inserite le istruzioni di accesso per questa categoria.

Altri incentivi per giovani e studenti

Non mancano incentivi per gli studenti universitari, tra i primi ad aver subìto il caos portato nelle istituzioni  dal coronavirus. All’interno del decreto Legge No Tax Area, è presente uno sconto per le tasse universitarie. L’accesso universitario sarà invece gratuito per l’anno accademico 2020/2021 a tutti gli studenti  che hanno un Isee più basso di 20mila euro.

Le tasse universitarie verranno garantite dallo Stato, che disporrà di 165 milioni di euro per gli studenti con Isee inferiore ai 20mila euro, e altri 65 milioni per gli sconti – fino all’80% – dedicati a tutti gli studenti con Isee tra i 20mila e i 30mila euro. Entrando nel dettaglio, nella fascia Isee tra i 20 e i 22mila euro è previsto uno sconto tasse dell’80%, tra i 22 e i 24mila euro del 50%, tra i 24 e i 26mila euro del 30%, tra i 26 e i 28mila euro del 20% e infine nella fascia che va tra i 28 e i 30mila euro si usufruirà di uno sconto pari al 10%.

A offrire nuove opportunità ai giovani studenti, interviene anche un Fondo integrativo statale (Fis) per le borse di studio pari a 40 milioni di euro.

 

 

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.