Preventivi assicurazione auto, tariffe in calo per l'Ivass

By 3 Settembre 2013 Economia, In evidenza

Secondo l’Ivass, i preventivi assicurazione auto sono scesi nell’ultimo trimestre. Le tariffe più basse per le polizze online e per chi installa la scatola nera.

Stipulare la polizza auto più adeguata alle nostre esigenze presenta molteplici vantaggi: non solo ci consentirà di sentirci più sicuri e protetti alla guida ma riusciremo anche a risparmiare notevolmente sul premio Rca annuo. Orientarsi nell’ambito del mercato assicurativo infatti è fondamentale per individuare una polizza adeguata ed effettuare una scelta consapevole, confrontando le assicurazioni auto delle principali compagnie potremmo riuscire a trovare velocemente ciò di cui abbiamo bisogno.

Assicurazioni auto più economiche per gli automobilisti italiani. La buona notizie arriva dall’Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), che ha recentemente pubblicato il secondo rapporto trimestrale sul caro prezzi Rca calcolato al 1 luglio scorso. In particolare, la ricerca, condotta considerando 21 province d’Italia e 11 profili di automobilisti, ha fatto emergere che i costi delle polizze Rc auto hanno subito una diminuzione del 4,2% nel corso degli ultimi dodici mesi. Viceversa, le assicurazioni sottoscritte per i veicoli a due ruote sono aumentate del 3,5%.

Un ulteriore dato significativo riguarda l’accesso ai servizi assicurativi tra il Nord ed il Sud d’Italia, dove i costi, a volte, quadruplicano per la stessa polizza sottoscritta (il discorso vale anche per le compagnie online come Direct Line e assicurazioni Quixa). Dai dati raccolti emerge anche un malcontento generale in merito alla sentenza emessa lo scorso primo marzo dalla Corte di Giustizia Europea, che si è pronunciata positivamente circa il trattamento paritario tra i sessi nel settore Rc auto.

La sentenza ha, in realtà, portato ad un rincaro dell’8,9% delle tariffe per le giovani di diciotto anni che sottoscrivono un’assicurazione per guidare un veicolo 1300 cc a benzina in classe B/M di C.U. 14; viceversa, per i maschi i costi sono calati del 9,5%, rimanendo tuttavia tra i più elevati d’Europa.

La lieve diminuzione delle tariffe Rca è comunque da considerarsi un segnale positivo di un’inversione di tendenza così a lungo attesa. L’auspicio è ovviamente quello di avere un ulteriore miglioramento, anche grazie a controlli più serrati sulle frodi cui, in parte, si devono le differenze territoriali fra Nord e Sud Italia.

I consumatori, per il momento, possono ottenere degli sconti sulla polizza se decidono di installare nel proprio veicolo la scatola nera. Inoltre, Ivass e AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) hanno stabilito un accordo per verificare, anche grazie alla preziosa collaborazione della Guardia di Finanza, se le tariffe applicate dalle varie compagnie assicurative sono giuste e proporzionate.

 

Leave a Reply