Editoria, il settore cresce grazie ai ragazzi

By 25 Marzo 2014 agosto 28th, 2018 Cultura, In evidenza, Magazine

Il settore non godrà di ottima salute, ma dei segni di guarigione cominciano ad intravedersi. Nel mondo dell’editoria è quella dedicata ai ragazzi che segna un + 3,1% nel 2013: questi i dati presentati da Nielsen per l’Associazione Italiana Editori nel giorno d’inaugurazione della 51° edizione della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna. In particolare supera le aspettative la fascia dei piccolissimi, da 0 a 5 anni, che cresce del 4,8%. E infatti, sempre secondo i dati, i bambini leggono più della media nazionale: se in media il 43% degli italiani legge almeno un libro all’anno, per i piccoli dai 2 ai 5 anni si arriva al 63,3%, per quelli dai 6 ai 10 al 49,3%, per quelli dagli 11 ai 14 al 57,2%, e per quelli tra i 15 e i 17 anni al 50,6%.

Quindi saranno bimbi e famiglie i protagonisti della fiera che ripropone anche per quest’anno ‘Facce da Libri’, una serie di incontri nelle biblioteche dell’Istituzione Biblioteche Bologna tra autori e illustratori italiani e stranieri e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Riparte anche ‘Amo chi legge… e gli regalo un libro’, il progetto di promozione della lettura e del libro organizzato dall’Aie in collaborazione con Associazione Italiana Biblioteche, Associazione Librai Italiani e Nati per Leggere. Grande spazio sarà dedicato ai contenuti nel digitale nel convegno internazionale organizzato da Tisp (Technology Innovation for Smart Publishing) ‘Story-telling and story-selling. Digital kids between transmedia experiences and market trends’, in programma il 26 marzo alle 10.30 (sala Suite del Centro Servizi (Blocco D della Fiera) – in cui oltre al meglio delle case history internazionali viene presentata una ricerca online dedicata alla lettura dei bambini nell’era digitale, i #natidigitali.

Leave a Reply