Veneto: eco-edificio sostenibile al 100%

Il vincitore dell’Energy Globe Awards per l’Italia diventa un modello da esportare

La sede della SAVNO

Quest’anno l’Energy Globe Award, prestigioso riconoscimento internazionale che dal 1999 seleziona i progetti più innovativi in fatto di sostenibilità ed efficienza energetica, è stato assegnato ad un edificio interamente costruito con rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata: è la sede della SAVNO-Servizi Ambientali Veneto Nord Orientale di Conegliano Veneto.

Il valore aggiunto che ha permesso al progetto di aggiudicarsi l’EGA per l’Italia (sbaragliando persino l’autorevole KlimaHaus di Bolzano) è che la SAVNO è un’azienda specializzata nello smaltimento dei rifiuti e che la nuova sede, inaugurata circa un anno fa, è stata realizzata con gli stessi materiali della raccolta differenziata. Energy Globe ha cioè voluto premiare la coerenza dimostrata dalla ditta trevigiana nel trasmettere all’utenza importanti messaggi di eco-sostenibilità, recupero e riuso, dando l’esempio per prima. “Quando abbiamo costruito la nostra sede con materiali provenienti da raccolta differenziata” ha dichiarato Riccardo Szumski presidente di SAVNO “abbiamo voluto fare una scommessa: se invitiamo i cittadini a riciclare dobbiamo dimostrare che la raccolta differenziata non è una cosa vana.” 

L’eco-edificio sostenibile al 100%, oltre ad aver attirato l’attenzione di Rai 1, Rai 2 e della tv di stato francese France 5, è diventato un modello virtuoso e replicabile non solo in realtà italiane che necessitano di soluzioni per la gestione dei rifiuti, come Napoli e Palermo, ma anche in altri paesi europei, a partire dalla Romania. Grande interesse hanno suscitato la struttura portante in acciaio riciclato, gli infissi in alluminio riciclato e i rivestimenti esterni in sughero, insieme all’isolamento termo-acustico, garantito sia da fogli in poliestere riciclato ottenuto dalle bottiglie in plastica sia da fibre di cellulosa derivata da tappi di sughero e giornali. Progettato per ridurre dispersione di calore e consumi energetici, è anche dotato di un impianto fotovoltaico integrato e di un impianto geotermico, che assicura sia riscaldamento che raffreddamento ad emissioni zero. Infine, possiede un sistema di raccolta dell’acqua piovana, che viene utilizzata al 70% per gli scarichi dei WC aziendali e al 30% per innaffiare il giardino pensile, a sua volta creato utilizzando il compost. Che dire? Più coerenza di così. 

Il giardino pensile della SAVNO

Sito ufficiale Energy Globe

Sito SAVNO Servizi

Lascia un commento