Ecco chi erano i ‘femminielli’. E perché Napoli era così open mind

A Napoli ed in generale nel meridione, il terzo sesso ha sempre trovato albergo. Partenope, città dalla storia millenaria, città della Magna Grecia, non l’ha mai negato, dando sempre per scontato che esso è nella natura umana ed è connaturato alla sua storia. Per i Greci, l’ermafrodito era il culmine della meraviglia perché figlio della bellezza, rappresentata dalla dea Afrodite e della forza, rappresentata dal dio Ares. Dunque, anche l’omosessuale ha in sé un che di magico che si trasmette anche nella cultura dei secoli successivi. Tuttavia, vi è di più, a Napoli il terzo sesso è sempre stato non solo tollerato ma rispettato nel suo ruolo e mostrato senza pudore. Il femminiello è una figura molto presente nei quartieri popolari. Famosissima è la tombola dei femminielli o…

[themoneytizer id=17261-16]