Incentivi per la casa, sconto Irpef anche per gli elettrodomestici

Estesi gli incentivi per la casa: sconto Irpef del 50% anche a chi voglia sostituire gli elettrodomestici con modelli ad alta efficienza energetica.

Risparmiare sulle bollette è un desiderio comune alla maggior parte degli Italiani, molti dei quali sono già stati messi a dura prova dalla crisi economica. Il modo migliore per fare ciò consiste nel porre a confronto le offerte di energia più convenienti, valutandone attentamente costi e condizioni al fine di scegliere la tariffa più in linea con le proprie esigenze.

Anche acquistare degli elettrodomestici a basso consumo energetico può essere un buon modo per pagare meno in bolletta, una volta ammortizzato l’investimento iniziale. Tra l’altro, l’Ue ha stabilito nuove norme riguardanti le etichette energetiche degli elettrodomestici, così che i consumatori possano compiere una scelta più oculata e consapevole.

Il Governo Letta ha inoltre esteso gli incentivi per la casa anche agli elettrodomestici. Tutte le famiglie che vorranno cambiare i propri apparecchi, sostituendoli con modelli che consumano meno energia domestica, potranno farlo beneficiando dello sconto Irpef al 50%, fino a un massimo di 10 mila euro.

Si tratta, in particolare, dell’ampliamento del cosiddetto “bonus mobili”, già incluso nel provvedimento che ha prorogato fino a dicembre 2013 gli incentivi per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica. L’agevolazione sarà concessa per l’acquisto dei grandi elettrodomestici, ma solo per quelli le cui prestazioni sono valutate con la classe A+ (A per i forni), ovvero quelli che consumano poca energia elettrica permettendo di risparmiare sulle tariffe luce.

Attenzione però: le limitazioni all’acquisto non si fermano alla sola dimensione del nuovo elettrodomestico. Il bonus è infatti erogato per i soli elettrodomestici da incasso: frigoriferi, lavatrici, forni e lavastoviglie.

Domani il testo arriverà al Senato per la conversione in legge. Per quanto non sono attese clamorose novità, è tuttavia opportuno precisare che l’inclusione degli elettrodomestici nel bonus mobili è ancora solo allo stato di emendamento, quindi potrebbe essere modificata in sede di discussione e approvazione.

Una volta che la legge sia stata approvata definitivamente per le famiglie sarà possibile iniziare il riqualificamento energetico della propria abitazione, godendo delle detrazioni di cui sopra. In questo modo non solo potranno risparmiare sui consumi e quindi sulle bollette, ma renderanno un grande servizio all’ambiente.

Nessun Commento

Lascia un commento