Elevata la sopravvivenza ai tumori in Italia

Il nostro Paese si trova in una buona posizione nella classifica mondiale riguardante la sopravvivenza ai tumori. In Europa, si colloca dopo Islanda e Svezia. La ricerca internazionale ha tracciato per la prima volta il quadro della situazione mondiale mettendo a confronto la sopravvivenza dei malati di cancro di 31 paesi. Sono stati esaminati tre tipi di tumore: il cancro al seno, al colon-retto e alla prostata.
Si è osservato che il tasso di sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi di cancro al seno, è superiore all’80% in Svezia, Giappone e Italia, mentre è inferiore al 60% in Brasile, Slovacchia, fino a uno scarso 40% dell’Algeria.

Il dato in questione risulta ancora più incorraggiante in relazione alle recenti scoperte effettuate in campo molecolare sulla cura dei tumori.
Una di queste riguarda l’individuazione della “sveglia molecolare” da parte dei ricercatori del National Cancer Istitute negli USA. Le cellule tumorali possono rimanere dormienti per molti anni prima di replicarsi in metastasi e lo studio dimostra che questo passaggio può essere in parte regolato mediante interventi terapeutici mirati.

La sperimentazione è alla prime fasi, quindi è ancora presto per parlare di nuovi farmaci.

Lascia un commento