Eliminare il cibo-spazzatura fa bene alla salute e al portafoglio

Sarah Jackson, cittadina britannica di 34 anni, ha dichiarato al “Daily Mail” di aver perso quasi 38 chili semplicemente eliminando tutto il “junk food“, cioè il cibo-spazzatura, dalla sua dieta quotidiana.

Il vantaggio, però, non è stato solo in termini di salute e benessere psicofisico, ma anche economico: Sarah ha detto che eliminando patatine fritte, bibite gassate, hamburger, kebab, cibo cinese e biscotti al cioccolato, ha risparmiato 80 sterile a settimana (circa 100 euro), per un risparmio totale di ben 4.000 sterile l’anno.

Fonte:  Blitz quotidiano

Lascia un commento