Ambiente, nuove regole per le emissioni di CO2

By 4 Dicembre 2008 Ambiente

Dopo una difficile trattativa che ha visto confrontarsi organizzazioni ambientaliste, produttori e istituzioni europee (Commissione, Consiglio e Parlamento) è stata raggiunta l’intesa sul taglio delle emissioni di CO2 per le auto. L’accordo che dovrà essere approvato in via defintiva dal Parlamento di Strasburgo nella sessione di dicembre, prevede interventi in ambito tecnico, misure sanzionatorie, incentivi e deroghe.

Le emissioni di CO2 delle auto, non dovranno superare il limite di 120gr/km entro il 2012 (nel 2005 il limite era di 159gr/km).
Il Parlamento ha introdotto anche l’obiettivo a lungo termine di 95gr/km entro il 2020.
Le sanzioni previste per i produttori che non rispettano le regole, sono state articolate secondo questo sistema: dal 2008 al 2012, 5 euro per il primo grammo in eccesso, 15 euro per il secondo, 25 euro per il terzo e 95 euro dal quarto in poi. Dal 2019 saranno 95 euro per ogni grammo in eccesso.
Le case automobilistiche avranno a disposizione un periodo di tempo per immettere sul mercato veicoli a norma fino a raggiungere il tetto del 100% entro il 2015.

La riduzione delle emissioni sarà resa possibile grazie alla tecnologia dei motori, al tipo di pneumatici e ai biocarburanti.
L’accordo siglato prevede inoltre incentivi per la produzione di auto a bassa emissione (elettriche, a idrogeno) e deroghe per le case automobilistiche con una produzione sotto le 10.000 auto/anno, con fabbriche e centri di progettazione separati.

In riferimento al difficile compromesso raggiunto, il relatore della legge Guido Sacconi (PSE), dice di “non aspettarsi entusiasmo”, ma ritiene la proposta “un forte stimolo alla concorrenza dei produttori”, in linea con le nuove tendenze di consumo che si orientano sulle vetture a bassa emissione.

Leave a Reply