Acqua pubblica: fa bene all'ambiente e al portafoglio

By 29 Agosto 2012 Ambiente

L’acqua pubblica o “acqua del sindaco” fa bene all’ambiente e, soprattutto, al portafogli. Lo rende noto il Comune di Colorno, in provincia di Parma, che da anni fa parte dell’Associazione “Comuni Virtuosi”: in soli sette mesi, la nuova fontana pubblica ha già erogato 126.023 litri di acqua potabile, evitando lo smaltimento 84.017 bottiglie di plastica e lo spreco di altri 882.182 litri, e facendo risparmiare ai residenti oltre 10.000 euro.

La fontana pubblica di Colorno (Parma) è stata inaugurata a novembre 2011 e, in poco meno di sette mesi, ha erogato 126.023 litri di acqua potabile “del sindaco”, con una media giornaliera stimata di 539 litri.

Ciò ha consentito al Comune di Colorno di raggiungere risultati impressionanti: tanto per dare un’idea, usare l’acqua dell’acquedotto comunale (liscia o gassata, a scelta, al prezzo di 5 centesimi di euro al litro) ha consentito di risparmiare lo smaltimento di qualcosa come 84.017 bottiglie di plastica da un litro e mezzo.

La fontana dell’acqua voluta dall’amministrazione comunale  ha consentito, inoltre, di risparmiare, a livello ambientale, 882.182 litri d’acqua (è noto, infatti, che per produrre una sola bottiglia in plastica da un litro servono, tra le altre cose, ben 7 litri d’acqua), 20.416 Kg di petrolio greggio, 12.603 kg di CO2  (non immessi in atmosfera) e 1.866,48 di euro per lo smaltimento dei rifiuti.

E per quanto riguarda i cittadini? Ebbene, si calcola che famiglie di Colorno, grazie alla scelta di rifornirsi alla “casa dell’acqua” (nella foto a lato) piuttosto che altrove, abbiano già risparmiato complessivamente 10.082,08 euro. Insomma: con l’acqua del sindaco i cittadini risparmiano e l’ambiente ci guadagna.

“Siamo molto soddisfatti”, afferma l’assessore all’Ambiente del Comune di Colorno, Marco Boschini, “il progetto dimostra quanto giusta sia la strada intrapresa già da diversi anni dal nostro Comune: raccolta differenziata spinta, progetti per la riduzione alla fonte, nuovi stili di vita e incentivi alle famiglie. Piccole azioni quotidiane e di sistema, che aiutano la nostra comunità virtuosa a ridurre i rifiuti e a vivere meglio”.

 

Leave a Reply